Non ci sono particolari novità nell’ultimo aggiornamento di Google Telefono in rilascio in queste ore. Nulla di visibile, si intende: i colleghi di androidpolice.com, come loro abitudine, hanno pubblicato i risultati del teardown, scoprendo come Google abbia posto le basi per due nuove funzioni che potrebbero essere rilasciate presto.

Nel dettaglio sono state trovati alcune tracce della possibilità, futura, di “scremare” le chiamate in arrivo: distinguere ancor prima di rispondere se si tratta di spam o di privati, di chiamate legittime o indesiderate. Una funzione che a Mountain View offrono dal 2009, sotto forme ed evoluzioni diverse, ma che adesso potrebbe conoscere una decisa evoluzione in termini di efficienza e modulabili.

Inoltre Google avrebbe intenzione di spostare sullo smartphone la gestione della segreteria telefonica, per una casella di “posta vocale” sempre più integrata nel sistema operativo. Nello specifico, presto potrebbe essere data all’utente la possibilità di registrare il proprio messaggio vocale da far ascoltare a chi chiama, senza passare per i sistemi di gestione del singolo operatore.

Se volete conoscere nel dettaglio quello che hanno scoperto i colleghi, vi lasciamo al report completo disponibile a questo indirizzo. Se invece volete provare Google Telefono, qui sotto trovate il badge che vi porterà direttamente al Google Play Store.

Android app sul Google Play