Recensione Superlux HD662 EVO

Le Superlux HD662 EVO sono cuffie over-ear (sovraurali) dalle buone caratteristiche tecniche, nonostante l’aspetto non molto curato e i materiali un po’ poveri. Sono ricche di bassi e offrono molto ad un prezzo contenuto: scopriamole insieme.

Video recensione delle Superlux HD662 EVO

Design & Comfort

Superlux non ha speso molte energie per disegnare le HD662 EVO, ma non è per forza un male: il modello di base è quello delle Superlux HD681 EVO, che si sono sì rivelate ingombranti e non estremamente attraenti nelle linee, ma comode e dal design efficace. Le stesse considerazioni valgono anche per le Superlux HD662 EVO, per le quali i (pochi) cambiamenti hanno a che fare con la differente tipologia di cuffia.

Se, infatti, le HD681 EVO erano delle cuffie semi-aperte, le Superlux HD662 EVO sono invece chiuse. Un cambiamento che, oltre ad essere estetico, è anche “funzionale”, come vedremo nella sezione dedicata all’audio. Dal punto di vista del design, la cosa che si nota è la perdita dei fori e delle feritoie che caratterizzavano le HD681 EVO, con i padiglioni totalmente chiusi.

Superlux HD662 EVO 2

Il passaggio al modello chiuso porta anche un isolamento maggiore: non è un isolamento perfetto, ma in un ambiente mediamente silenzioso come può essere un’abitazione o un ufficio vengono esclusi praticamente tutti i rumori. In ambienti più rumorosi come i mezzi pubblici si può sentire una diminuzione del rumore esterno, ma mai al punto tale da non sentire più nulla.

Superlux HD662 EVO 3

Il comfort è molto buono e le cuffie possono essere indossate anche per lungo tempo senza causare eccessivi fastidi; la presenza della banda elastica sulla parte superiore, assieme all’imbottitura generosa dei padiglioni (con la copertura in velluto o pelle sintetica, a scelta dell’utente), aumenta il comfort rispetto ad altre cuffie (ad esempio le Superlux HD330 o le Skullcandy Grind Wireless).

Superlux HD662 EVO 4

I materiali sono, come da tradizione Superlux, un po’ “poveri” e di certo lontani da quelli visti sulle Meze 99 Classics, ad esempio; lontano è, però, anche il prezzo: le Superlux HD662 EVO sono sì realizzate in plastiche non eccelse, ma costano anche appena 33€ contro i più di 300€ delle Meze.

Superlux HD662 EVO 5

La confezione include un sacchetto in nylon per il trasporto, un cavo da 1.2m e uno da 3m, entrambi di qualità abbastanza bassa ma facilmente sostituibili. Le cuffie presentano infatti un normale jack maschio da 3.5mm, dunque qualunque cavo con una presa jack femmina da 3.5mm è adeguato a sostituire quelli in confezione.

Audio

È stato effettuato un rodaggio di circa 100 ore sulle Superlux HD662 EVO in maniera tale da ottenere le prestazioni più vicine possibile al risultato finale e “reale”. Le prove d’ascolto sono state effettuate con un Lenovo Vibe Shot e un PC cui è stato collegato uno Zorloo ZuperDAC. I file utilizzati sono prevalentemente di tipo FLAC (16 bit, 44.1kHz) con qualche MP3 (320kbps) saltuario.

Quello che le Superlux HD662 EVO mettono a disposizione in quanto a specifiche tecniche è una risposta in frequenza di 10-30.000Hz, un’impedenza di 32Ω (che consente quindi l’utilizzo con smartphone e tablet senza amplificazione) e una sensibilità di 98dB.. I driver hanno un diametro di 50mm e utilizzano magneti al neodimio.

La curva di risposta delle Superlux HD662 EVO è tutt’altro che piatta e ha dei picchi notevoli in corrispondenza dei bassi e dei medio-bassi, con le frequenze medie e alte più retrocesse. Per questo motivo il suono ha una tonalità molto calda e che privilegia generi in cui i bassi svolgono un ruolo centrale.

Analizziamo la resa sonora per fasce:

  • i bassi sono prominenti e particolarmente sostanziosi, in particolare tra le frequenze sotto i 100Hz; questo conferisce al suono una tonalità più calda e piena e offre anche una maggiore escursione tra le tonalità basse, aggiungendo dettaglio laddove spesso si ha invece un generico suono basso non meglio identificabile. Ci sono indubbiamente dei pro a questo suono incentrato sui bassi, dato che generi come l’elettronica traggono ampio vantaggio da questo: ascoltare trance (es. Aes Dana) o Random Access Memories dei Daft Punk è un’esperienza molto appagante per quanto concerne i bassi. Meno, invece, per il resto.
  • i medi sono piatti e spenti: ascoltando Blue Rondò à la Turk del Dave Brubeck Quartet si può sentire come il pianoforte e il sax manchino di brio e non suonino incidenti come dovrebbero. La presenza è migliorabile, mentre il dettaglio è sufficiente. Touch, dal sopraccitato Random Access Memories, è uno dei brani con la voce maschile che ritengo più d’impatto; per quanto si possa sentire una piacevole estensione verso il basso, la naturalezza è migliorabile e, di nuovo, manca di incisività. C’è una certa sibilanza, seppur non sia troppo accentuata.
  • gli alti offrono un livello di dettaglio medio e sono più aperti e vivaci di quanto ci si aspetterebbe dalla firma sonora, ma rimangono comunque leggermente arretrati e se ne possono quindi apprezzare meno le particolarità.

C’è una discreta spazialità nel suono, che però è limitata a due dimensioni (c’è la distinzione alto/basso e destra/sinistra, ma non avanti/dietro).

Le Superlux HD662 EVO appaiono più adatte ad essere utilizzate con generi che privilegiano le tonalità basse, come l’elettronica, l’hip-hop, il rap, alcuni sotto-generi del metal e così via. Per generi come la classica e il jazz il basso può apparire eccessivo ed è quindi consigliabile orientarsi su altri prodotti, come le già citate Superlux HD681 EVO (pur non perfette), le Superlux HD330 o le Superlux HD668B.

In conclusione

Contrariamente alle HD681 EVO, le Superlux HD662 EVO sono destinate ad una fascia di pubblico interessata ad una firma sonora specifica. Chi desidera una cuffia il più possibile neutra ed equilibrata dovrà guardare altrove, ma chi vorrà provarle non verrà deluso: nonostante i materiali economici e la costruzione migliorabile, c’è ben poco di cui lamentarsi nelle Superlux HD662 EVO. Offrono un suono più divertente e coinvolgente, soprattutto per i più giovani, ad un prezzo accessibile a tutti.

Al momento non presenti sui canali classici, le Superlux HD662 EVO sono acquistabili tramite Ebay a 47€ più spedizioni (circa 52€ in tutto). Potete anche dare un’occhiata alla nostra pagina dedicata alle migliori cuffie per ulteriori spunti e informazioni su altre cuffie.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • infoMR

    Ciao Riccardo ho bisogno di un consiglio,
    a me interessano delle cuffie per vedere film. Ho visto i seguenti modelli della superlux dai 20 ai 35 euro con differenze dui prezzo di circa 5euro ad aumentare tra l’una e l’altra. Vorrei chiederti quale mi consigli per qualità del suono e comodità/indossabilità:
    HD681, HD668, HD681 EVO, HD662 EVO

    Grazie

    • gabrigardi

      ciao, scusa se questo post è vecchio ma hai trovato una risposta? io possedevo le 681 evo ma mi si è rotto l’arco (le trattavo davvero male) e vorrei comprare un nuovo paio di superlux chiuse. m non ho ancora capito se ste 662 evo sono migliori rispetto alle 662 normali, 662b ecc…
      Non si trova niente riguardo ai confronti su internet

Top