Meizu 16Xs è uno smartphone che si tuffa a capofitto nel mare di dispositivi di fascia media vestito di una buona scheda tecnica e di un’estetica piuttosto attraente, senza notch o fori di vario genere. Fra i suoi punti di forza c’è uno Snapdragon 675, una tripla fotocamera posteriore e una batteria da ben 4.000 mAh in grado di tenere acceso l’ampio schermo AMOLED il necessario anche per gli utenti più esigenti. Ma non perdiamoci in chiacchiere e focalizziamoci un momento su tutte le sue specifiche.

Caratteristiche tecniche di Meizu 16Xs

Meizu 16Xs è uno degli smartphone più interessanti della prima metà del 2019, perlomeno nella fascia cui si va a sedere. Sulla carta è più che completo, sul cartellino un prezzo cinese che fa rabbrividire la concorrenza. Ma per il momento concentriamoci su quanto dichiara la sua scheda tecnica. È doveroso partire dallo schermo, uno dei punti di forza di Meizu 16Xs: si tratta di un pannello AMOLED da 6,2 pollici con risoluzione FullHD+ (2232 x 1080 pixel) allungato sì, ma nemmeno troppo (il rapporto di forma non supera quota 18,6:9). Nascosto sotto di lui un sensore per le impronte digitali dotato di tecnologia Super mTouch.

Il cuore pulsante di Meizu 16Xs è il Qualcomm Snapdagon 675, un chipset di nuova generazione con CPU a 2 GHz e una GPU Adreno 612 che, coadiuvati a 6 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria interna (non espandibile purtroppo), formano un pacchetto piuttosto interessante.

Più che completo pure il comparto fotografico, armato di ben tre fotocamere dietro, e di una singola davanti. Posteriormente troviamo il solito sensore primario da 48 megapixel con apertura f/1.7 e pixel grandi 0,8 micron, un grandangolare da 8 megapixel con apertura f/2.2 e un terzo da 5 megapixel con apertura f/1.9 dedicato al calcolo della profondità di campo. Davanti, nascosto nel bordino superiore, trova spazio una fotocamera frontale da 16 megapixel con apertura f/2.2.

Per il resto Meizu 16Xs è uno smartphone che dispone di Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac dual band, supporto al dual SIM, Bluetooth 5.0, USB di tipo C, GPS, GLONASS, BDS e via dicendo. Niente porta jack audio da 3,5 mm ma nella confezione di vendita sono inclusi degli auricolari con DAC integrato: gli EP2C Type-C in-ear. La batteria, infine, è da ben 4.000 mAh e si ricarica rapidamente grazie alla tecnologia mCharge a 24 watt.

Design di Meizu 16Xs

Il design è senza alcun dubbio uno dei punti di forza di Meizu 16Xs, uno smartphone di fascia media che riesce tuttavia a distinguersi adottando soluzioni interessanti e apprezzabili in un settore sempre più omologato. Se dietro può tuttavia sembrare poco originale per via di quel modulo fotocamere posto come di consueto in alto a sinistra con flash LED distaccato, davanti esclude a priori le interruzioni del display a tutto vantaggio di una fruizione dei contenuti perfetta e comunque gradevole grazie a uno schermo che è abbracciato da cornici laterali super sottili e da un mento e un “cappello” un pelo più spessi, purtroppo asimettrici. Lato dimensioni è quasi perfetto grazie a un rapporto di forma non eccessivamente allungato e a un’ottimizzazione degli spazi in linea coi migliori: 152 mm di altezza, 74,4 mm di larghezza e 8,3 mm di spessore per un peso di 165 grammi.

Software e funzioni di Meizu 16Xs

Per quanto riguarda il software, lui arriva con la FlymeOS 7, interfaccia grafica basata su Android 9 Pie, quindi dotata di tutte le novità e funzionalità arrivate con lei, funzionalità di cui vi abbiamo parlato in abbondanza in un nostro video d’approfondimento. Non mancano tuttavia varie funzionalità specifiche firmate Meizu, il supporto dell’intelligenza artificiale, il riconoscimento del volto, oltre a un software fotografico curato e ottimizzato per rendere al meglio nelle varie situazioni.

Immagini di Meizu 16Xs

Prezzo e uscita di Meizu 16Xs

Meizu 16Xs è disponibile in Cina in quattro colorazioni (Knight Black, Atlantis, Coral orange e Ice Silk White) a un prezzo di 1.698 Yuan (circa 225 euro) nella versione 6 – 64 GB e a 1.998 Yuan (circa 265 euro) nella 6 – 128 GB. Per inciso, i prezzi convertiti in Euro si intendono rilevati il giorno del lancio dello smartphone.