Xiaomi Mi Mix 2S in test: nessuna rivoluzione ma ottima qualità (video)

Xiaomi Mi Mix 2S in test: nessuna rivoluzione ma ottima qualità (video)
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/04\/Xiaomi_mi_mix_2s_2_tta-460x259.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/04\/Xiaomi_mi_mix_2s_2_tta-635x357.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/04\/Xiaomi_mi_mix_2s_2_tta.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/04\/Xiaomi_mi_mix_2s_2_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/04\/Xiaomi_mi_mix_2s_2_tta.jpg"}, "title": "Xiaomi Mi Mix 2S in test: nessuna rivoluzione ma ottima qualit\u00e0 (video)" }

Anteprima Xiaomi Mi Mix 2S – Da un paio di giorni abbiamo in test lo Xiaomi Mi Mix 2S, nuovo top di gamma del brand cinese che aggiorna il già ottimo Mi Mix 2 senza stravolgerne i connotati ma portando qualche miglioramento interessante.

Se dal lato estetico non ci sono praticamente differenze, il cuore pulsante è ora il potente Qualcomm Snapdragon 845 mentre sulla parte posteriore fanno capolino due fotocamere disposte verticalmente che dovrebbero migliorare notevolmente il comportato fotografico sottotono del precedente modello.
Questi sono i due cambiamenti principali ma ci sono altre chicche nascoste che potrebbero farvi ingolosire.

Nell’attesa di portare sulle nostre pagine la recensione completa, vi proponiamo un primo video con le nostre impressioni di utilizzo, fermo restanto che al momento non è ancora disponibile la versione internazionale del software, per cui torneremo sull’argomento una volta che Xiaomi Mi Mix 2S sarà sfruttabile al 100%.

Xiaomi Mi Mix 2S: prime impressioni

Qualche considerazione

Dal punto di vista estetico non siamo rimasti del tutto convinti, pur rimanendo nell’ambito di un telefono costruito impeccabilmente, raffinato ed elegante; la disposizione verticale e decentrata delle due fotocamere posteriori rovina il perfetto equilibrio del design del precedente Xiaomi Mi Mix 2.
Nulla è cambiato sul fronte dei materiali e sia i pregi che i difetti sono sempre gli stessi, bellissimo e premium ma pesante (191 grammi) e molto scivoloso.

Le prestazioni e l’autonomia non sembra siano cambiati più di tanto, almeno stando alle prime impressioni.
Il processore è però passato da Snapdragon 835 a Snapdragon 845, un salto generazionale che, sulla carta, garantisce migliori consumi e performance ancor più solide.
In realtà al momento tutto è un po’ “annebbiato” dalla MIUI in versione 9.5 cinese che porta in dote numerosi bug e qualche ingranaggio da ingrassare, non tanto per un cattivo sviluppo software, quanto piuttosto perché per farla funzionare i servizi di Google devono essere installati come app utente, creando non pochi inconvenienti.

Niente paura però, la variante global del software è in arrivo e noi ritorneremo ad analizzare Xiaomi Mi Mix 2S non appena sarà disponibile.
In ogni caso non sarete costretti a smanettare più del dovuto, perché a stretto giro sarà disponibile sul mercato una versione internazionale dello smartphone (identica nell’hardware), con preinstallata la MIUI global.

Tutta la parte di connettività è rimasta invariata, ancora LTE di Cat. 12 e BT 5.0, ma questa volta troverete anche la ricarica wireless: una gradita sorpresa.
Nulla di nuovo invece sulla selfie cam, sempre in basso e sempre accompagnata da una serie di scocciature per gli autoscatti, peccato.

La vera svolta è tutta sulla parte posteriore ed è rappresentata dal rinnovato comparto fotografico: si è passati da una singola fotocamera a due “occhi”  di cui uno con zoom ottico 2x.
Il sensore principale da 12 MP è un Sony IMX 363 con dual pixel autofocus, a cui è associato un obiettivo standard con stabilizzazione ottica F/1.8.
L’altra fotocamera è ancora una volta da 12 MP ma con sensore Samsung meno performante e ottica non stabilizzata F/2.4.

A primo acchito le performance ci sembrano di buonissimo livello, oltre all’hardware di per sé migliorato, c’è un algoritmo di AI che lavora per massimizzare la resa degli scatti e specialmente di giorno il suo intervento si nota positivamente.
Di sera non sempre le immagini vengono bene ma tendenzialmente le attese sono state rispettate e finalmente anche Xiaomi ha un top di gamma capace di giocarsela con i migliori del mercato. C’è sicuramente qualcosa da limare nel software ma la strada è quella giusta.
Purtroppo rimangono problemi di messa a fuoco con soggetti molto ravvicinati, sotto questo punto di vista non si è migliorata la situazione della generazione precedente, peccato.

Per il momento è tutto, vi diamo appuntamento a futuri approfondimenti e a un test più approfondito non appena sarà disponibile la versione global del software, intanto Xiaomi Mi Mix 2S è già disponibile su GrossoShop in offerta a 559 € nella versione con 6/128, siete già pronti ad acquistarlo o vi aspettavate qualcosa in più?

Condividimi!