Gli smartphone rappresentano alcuni fra gli oggetti più proni ad accumulare sporco e una grande quantità di batteri che, considerando la situazione di emergenza in cui viviamo da ormai diversi mesi, potrebbero rappresentare un rischio per la nostra salute. Per questo motivo mophie e InvisibleShield, aziende del gruppo Zagg, presentano due soluzioni in grado di abbattere la popolazione batterica su smartphone e altri piccoli oggetti.

Rimozione del 99% dei batteri in 5 minuti

Etichettati come mophie UV Sanitizer e InvisibleShield UV Sanitizer, i due prodotti sarebbero in grado di annientare il 99,9% dei batteri presenti sugli smartphone grazie all’utilizzo della luce ultravioletta (UV) dopo appena 5 minuti. Rispetto al prodotto commercializzato da InvisbleShield, quello di mophie è inoltre munito di supporto allo standard Qi e quindi capace di ricaricare lo smartphone in modalità wireless.

Oltre a questa piccola differenza, entrambi i prodotti svolgono la stessa funzione e si utilizzano nel medesimo modo: l’utente deve riporre il proprio smartphone all’interno, pigiare un semplice tasto e attendere la fine del processo di sanificazione. Ci teniamo a precisare che, ad oggi, non è ancora chiaro se la luce UV sia effettivamente in grado di contrastare il Coronavirus, ma per lo meno avrete la certezza di annientare la carica batterica di E.coli e stafilococchi.

InvisibleShield UV Sanitizer sarà presto commercializzato attraverso il sito ufficiale e altri partner al prezzo di 59,99 dollari, circa 53 euro al cambio; la soluzione di mophie è invece disponibile sul sito ufficiale e nei negozi Verizon al prezzo di 79,99 dollari, circa 71 euro al cambio.