Questo sito contribuisce alla audience di

Redmi prepara uno smartphone con Snapdragon 855 da 320 euro e lancia delle cover Apple-style

Nel corso di una intervista rilasciata in occasione della presentazione di Redmi Note 7 e Note 7 Pro, i primi due smartphone del nuovo brand nato da una costola di Xiaomi, il CEO e co-fondatore della compagnia cinese ha svelato una succosa novità relativa al prossimo futuro di Redmi.

Lei Jun ha infatti confermato che il brand sta sviluppando il proprio flagship, che dovrebbe avere un prezzo al pubblico di 2.500 yuan, circa 320 euro e, tramite il social network cinese Weibo, ha specificato che si tratta di uno smartphone che utilizzerà una Mobile Platform Qualcomm Snapdragon 855. Al momento la soluzione è utilizzata dalla versione 5G di Xiaomi Mi MIX 3 che combina il modem X50 di Qualcomm alla tecnologia smart antenna switching di Xiaomi.

Nel frattempo Xiaomi ha mostrato ancora una volta il proprio apprezzamento per Redmi con una serie di cover, pensate espressamente per il nuovo Redmi Note 7, che ricorda quelle lanciate dal colosso di Cupertino per iPhone 5C. La soluzione di Xiaomi appare comunque più curata, con fori di diversa grandezza che danno un aspetto molto più elegante e ricercato alla cover.

Fonte: Gizmochina, Gizchina, Phonearena

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • drumbo

    Ma Redmi non era già Xioami da sempre?

    • Palux✔♛

      Redmi era la fascia medio-bassa di Xiaomi, come modello economico che si diversificava in più varianti (Redmi, Redmi A e Redmi Note), poi c’era la gamma MI ed MI MIX.
      Da pochissimo Xiaomi ha reso Redmi un brand indipendente, quindi Redmi non sarà più un modello venduto con marchio Xiaomi bensì un vero e proprio nuovo smartphone a marchio Redmi, che proporrà al mercato i suoi device. Xiaomi quindi non presenterà più la gamma Redmi.

      Chiaro che dietro c’è la stessa azienda. La mossa di Xiaomi è dovuta al fatto che la serie Redmi ha raccolto molti consensi negli anni, vendendo ad oggi qualcosa come 280 mln di device. Perché non sfruttare la cosa per dar vita al brand vero e proprio dato che ormai sono identificati come “Redmi”?

      Come quando dici “ho un Galaxy S9”, Samsung potrebbe fare uguale. Galaxy è un nome forte e riconosciuto.

  • J.H. Bolivar Pacheco

    Finalmente il ritorno del colore.
    Era dai tempi del canto del cigno dei Nokia e poi Lumia che il monocromatico aveva preso tristemente piede

Top