Una vecchia massima non scritta recita: “Se il portafogli non sorride e lo smartphone appena presentato costa troppo, pazienta qualche mese e sfruttane il deprezzamento”. Ogni regola, però, ha le sue eccezioni e quest’anno porta il nome di Huawei P20 Pro, che a sei mesi dal lancio difficilmente viene offerto a meno di 600 euro.

La lenta discesa favorisce il mercato dell’usato e non agevola chi invece vorrebbe uno smartphone nuovo di pacca. A questo punto non rimane che valutare un’altra formula d’acquisto, e passa dai contratti con gli operatori telefonici: Wind sta proponendo ad alcuni clienti l’opportunità di avere un P20 Pro con l’iniziativa Telefono Incluso Per Te.

L’adesione si concretizza con un anticipo di 99,99 euro e 30 rate mensili da 10 euro al mese. L’addebito, fa sapere il gestore, può avvenire esclusivamente su carta di credito, e qualora si volesse interrompere il rapporto anzitempo va messa in conto una penale da 280 euro.

Tenendo da parte questa eventualità, Huawei P20 Pro lo si paga così un totale di 399,99 euro in 30 mesi. Va sottolineato il fatto che l’opportunità non è confinata a chi riceve l’SMS: si possono sfruttare le stesse condizioni economiche a patto di accettare una penale da 290 euro in caso di recesso anticipato.

In entrambi i casi, l’operazione va concretizzata presso un rivenditore Wind. Cosa ne pensate?

Vai a: Recensione Huawei P20 Pro: foto impressionanti e AI