Google Podcasts è un’app che l’azienda di Mountain View ha presentato a metà 2018, chiaramente dedicata al settore dei podcast. Si tratta di un servizio che permette di abbondarsi e ascoltare gratuitamente le proprie trasmissioni preferite e che funge da riproduttore e sede digitale per qualsiasi genere di podcast. Per tutti i dettagli e le informazioni, vi lasciamo ai paragrafi a seguire, sede in cui vi diremo tutto quello che c’è da sapere su Google Podcasts.

Caratteristiche e funzioni di Google Podcasts

Google Podcasts è fondamentalmente un riproduttore che consente agli utenti di scoprire e ascoltare qualsiasi podcast. L’app si presenta con un’interfaccia che, sul finire del 2019, è stata ritoccata in stile Material Theme. Ad accogliere l’utente c’è una schermata principale suddivisa in varie categorie che consentono all’utente di cercare più facilmente la tipologia di trasmissione preferita. In alternativa c’è pur sempre la lente d’ingrandimento per cercare direttamente il podcast che abbiamo in mente.

Google Podcasts ci permette di abbonarci alle nostre trasmissioni preferite, ci consente di ascoltare le singole puntate o visualizzare alcune informazioni sul podcast prescelto, come il sito web o il feed RSS ad esempio. Utilissima la funzione che fa sì che l’utente si ritrovi direttamente nella schermata home del proprio smartphone il podcast prescelto tramite una scorciatoia a mo’ di icona.

Per quanto riguarda la riproduzione, Google Podcasts permette di ascoltare le trasmissioni su più dispositivi (su un Google Home, su desktop o su un tablet ad esempio), riprendendo direttamente dal punto in cui si era interrotta la riproduzione. Da smartphone il player, oltre ai classici play/pausa e pulsanti per mandare avanti o riavvolgere, consente di modificare la velocità di riproduzione, tagliare le parti di silenzi, impostare un timer di sospensione, leggere le informazioni sui protagonisti del podcast e via dicendo.

Insomma, un’app piuttosto ricca di funzioni e, come vedrete nel capitolo a seguire, anche semplice da utilizzare.

Come funziona Google Podcasts

Una volta aperta, l’app Google Podcasts si presenta con una schermata principale piena di contenuti ma non per questo confusa. Anzi, Google ha ben pensato di raggruppare i vari podcast visualizzati in diversi gruppi, un trucchetto che aiuta senz’altro l’utente nella ricerca e nella consultazione del catalogo.

Come potete vedere dagli screenshot a seguire Google Podcasts dispone di varie categorie con i podcast suddivisi per popolarità e per varietà. Ci sono ad esempio le sezioni in cui trovare i podcast più seguiti in generale, quelli di tendenza, quelli dedicati alle notizie e alla politica o i podcast più seguiti sul tema tecnologia, ad esempio.

Putacaso poi abbiate già le idee chiare su cosa cercare, basta cliccare sulla lente d’ingrandimento posta in alto a sinistra e digitare il contenuto; Google Podcasts effettuerà per voi la ricerca e vi mostrerà direttamente il risultato senza starlo a cercare fra le varie categorie.

Una volta che avete selezionato la vostra trasmissione preferita non vi resta che avviare la riproduzione delle puntate, oppure abbonarvi al podcast tramite l’opzione relativa. Dalla pagina dedicata ai podcast singoli potete poi cliccare sul menù a scomparsa tramite i tre puntini in alto a destra e scegliere se aggiungere la trasmissione alla schermata principale del telefono tramite una scorciatoia, visitare il sito web o il feed RSS, condividere il podcast o dare un’occhiata alle impostazioni.

Proprio in questa sezione Google Podcasts vi dà la possibilità di scegliere fra varie opzioni relative ai download (potete ad esempio decidere se eliminare le puntate ascoltate per intero o le puntate da finire dopo un tot di tempo), o gestire le notifiche del player audio.

 

E per quanto riguarda il player audio di Google Podcasts, come vi dicevamo poco fa, avete a disposizione varie opzioni per gestire la riproduzione. Potete rallentare o velocizzare in un range di 0,8 – 2,0x, tagliare le parti di silenzio, gestire la sospensione tramite l’icona a forma di luna, o leggere varie informazioni riguardanti la puntata che state ascoltando.

Dispositivi compatibili con Google Podcasts

Google Podcasts è compatibile con la stragrande maggioranza degli smartphone Android e non solo. L’app dell’azienda di Mountain View è supportata anche da altri dispositivi dell’ecosistema di Big G. Oltre alle vetture con a bordo Android Auto, Google Podcasts è compatibile anche con gli altoparlanti Google Home e Google Home Mini, con Google Nest Mini, con Google Nest Hub o con Google Chromecast.

Scaricare e installare Google Podcasts

Google Podcasts è disponibile gratuitamente per smartphone e tablet Android. Lo potete scaricare direttamente dal Google Play Store cliccando sul badge qui in basso.

Android app sul Google Play