Amazon Echo Dot è l’altoparlante intelligente della casa di Jeff Bezos che, giunto alla sua terza versione, ha il compito di proseguire su quella strada maestra tracciata dai suoi precedenti modelli che gli hanno consentito di godere del titolo di dispositivo Amazon più venduto sul mercato. Lui ci riprova aggiungendo un modello con orologio, che si avvale di un display LED per mostrare l’ora, la temperatura esterna e i timer. Presenti ovviamente tutte le solite funzionalità collegate ad Alexa e all’ecosistema di casa Amazon, per gestire e connettere tutti i dispositivi che vogliamo in una rete intelligente che può funzionare per un mucchio di cose. Ma scopriamone meglio i dettagli.

Caratteristiche tecniche di Amazon Echo Dot

Amazon Echo Dot è la terza generazione dell’altoparlante di Amazon più venduto, quel piccolino che sta bene un po’ dappertutto e che consente di avere a portata di mano Alexa, per qualsiasi esigenza. Questa nuova versione si sdoppia in un modello standard e in un Echo Dot con orologio, con integrato un display LED nascosto con tanto di sensore di luminosità che gli consente di mostrare fra la trama del tessuto che lo ricopre informazioni come l’ora, la temperatura e i timer. Insomma, è un perfetto sostituto delle più comuni sveglie, fra le altre cose.

Sì perché lui è soprattutto un altoparlante intelligente che, oltre a fungere da mediatore fra noi e l’assistente vocale di Amazon, ci può riprodurre qualsiasi brano grazie ai servizi streaming coi quali è compatibile (Amazon Music, Apple Music, Spotify, TuneIn, Audible e Deezer).

Per il resto Amazon Echo Dot si avvale dell’A2DP (acronimo di Advanced Audio Distribution Profile) per lo streaming audio, di una porta jack audio da 3,5 mm, della connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n dual band (2,4 e 5 GHz) che gli consente di connettersi a qualsiasi dispositivo entro o fuori l’ecosistema di Amazon.

Design di Amazon Echo Dot

L’estetica di Amazon Echo Dot rimane invariata rispetto al passato; squadra che vince non si cambia, d’altronde. E questo significa il solito design a disco con i bordi arrotondati e quella particolare trama di tessuto che lo abbraccia e ne nasconde il display, ove presente. Sopra rimangono i quattro tasti per controllare il volume, e per attivare o disattivare il volume contornati dal consueto anello luminoso blu. Lato dimensioni, lui è spesso 43 mm e ha una diagonale di 99 mm per un peso di 300 grammi.

Software e funzioni di Amazon Echo Dot

Tutto bello, d’accordo. Ma lui cosa sa fare? Ebbene, come un qualsiasi gadget della famiglia dei Amazon Echo, Dot si sa interfacciare con Alexa alla perfezione. Il che vuol dire gestirlo con i comandi vocali, chiedergli le ultime notizie, effettuare chiamate, controllare i dispositivi della propria casa intelligente e godersi le Skill, mini-app in continua espansione. Basta domandare e Alexa saprà cosa fare. Chiedergli di riprodurre della musica, aggiungere un appuntamento, impostare un timer, accendere la luce in soggiorno o controllare traffico e previsioni meteo sono solo alcune delle cose che Amazon Echo Dot sa fare.

Lato privacy, anche lui beneficia delle politiche relative di Amazon. Oltre a poter disattivare il microfono tramite il tasto fisico dedicato, ci consente di ascoltare e cancellare le registrazioni vocali che il dispositivo ha tenuto in memoria. Ma per tutte le informazioni in merito, vi rimandiamo alla pagina dedicata.

Prezzo e uscita di Amazon Echo Dot

Amazon Echo Dot è disponibile nella versione con orologio soltanto nella colorazione grigio chiaro al prezzo di 69,99 euro con spedizioni a partire dal 13 ottobre. Il modello standard costa invece 59,99 euro ed è disponibile nella classica colorazione antracite, grigio mélange e malva, quest’ultima dal 13 novembre 2019.