Recensione OUKITEL WP2 – OUKITEL si differenzia dalle altre aziende cinesi minori perché riesce a proporre prodotti dal costo contenuto che nel complesso non vanno male, anzi che riescono a offrire una buona esperienza utente. Così abbiamo deciso di provare anche OUKITEL WP2, uno smartphone corazzato che riesce a proporre un buon software, un buon hardware e un’esperienza utente piacevole, nonostante sia un rugged pensato principalmente per le operazioni basilari in condizioni estreme. Bando alle ciance però, vediamo come va OUKITEL WP2.

Hardware & Connettività

Che OUKITEL WP2 sia uno smartphone di sostanza è evidente già dalla scheda tecnica, che è completa ed equilibrata al punto giusto. Può contare su una scheda tecnica da fare invidia a molti smartphone della stessa fascia di prezzo:

  • display da 6 pollici con risoluzione di 1080 x 2160 pixel e rapporto d’aspetto di 18:9;
  • SoC MediaTek MT6750T con CPU octa core da 1,5 GHz e GPU Mali-T860 da 520 MHz;
  • RAM da 4 GB e memoria interna di archiviazione, espandibile con microSD, da 64 GB;
  • fotocamera posteriore con due sensori da 16 e 2 MP e ben 4 flash LED;
  • fotocamera anteriore da 8 MP;
  • batteria da 10000 mAh con ricarica rapida 9 V- 2 A;
  • OS Android 8.0 Oreo;
  • connettività dual-SIM, 4G con B20, Bluetooth 4.2, Wi-Fi dual-band, USB Type-C, A-GPS e NFC;
  • certificazione IP68 per le immersioni in acqua e resistenza alla polvere;
  • sensori: gravità, prossimità, luminosità, impronte digitali, giroscopio, magnetometro e LED di notifica.

Una scheda tecnica, come potete vedere, completa e ben equilibrata, per un utilizzo dello smartphone a 360 gradi. Manca solo, purtroppo, l’entrata audio da 3,5 millimetri, ma nella confezione c’è un adattatore che permette di utilizzare le cuffie con cavo senza problemi attraverso la porta USB Type-C.

Parte telefonica e antenne

Niente da dire, si comporta bene sotto ogni profilo. L’audio in capsula auricolare è alto e chiaro, la ricezione telefonica è buona e senza problemi e il Bluetooth, l’NFC, l’A-GPS e il Wi-Fi funzionano bene. Nulla da segnalare, tutto funziona bene ed è nella norma della sua categoria.

Prestazioni

Anche qui OUKITEL WP2 ne esce molto bene. L’hardware, nonostante non sia chissà che, è buono e questo si riflette sulle prestazioni e sull’utilizzo del software: OUKITEL WP2 è veloce, non mostra mai rallentamenti e fa girare tutto nel modo giusto e con estrema piacevolezza, ovviamente in rapporto alla sua scheda tecnica. Nell’uso di tutti i giorni non mostra problemi. L’unico neo da segnalare è il lettore di impronte digitali: comodissimo perché installato lateralmente, ma pressoché inutile perché poco preciso e lento (solo raramente rileva l’impronta).

Ergonomia, Design & Materiali

Beh, qui c’è ben poco da dire di OUKITEL WP2. E’ un rugged-phone vero e proprio e quindi è brutto, molto brutto, grosso, pesante e costruito molto bene. Non è uno smartphone che si fa utilizzare con una sola mano e che si distingue per eleganza, però è costruito in plastica e metallo, con viti a vista, e risulta un vero e proprio mattone in mano. Ogni sua porta è sigillata da robusti tappi in gomma e questo fa sì che possa essere immerso nell’acqua senza alcun tipo di problema. Le sue dimensioni sono di 85,3 x 176,6 x 16,5 millimetri e il suo peso è di 307 grammi.

Display, Audio & Multimedia

OUKITEL WP2 sfoggia un bel display da 6 pollici sulla superficie anteriore, protetto da cornici robuste  e da un vetro Gorilla Glass, che offre un’ottima definizione, una luminosità elevata e una buona taratura dei colori. Nulla da dire perché per la fascia di prezzo è davvero un bel display, anche sotto la luce diretta del Sole. E sulla stessa lunghezza d’onda è il suo grosso speaker posteriore, che offre un audio alto, abbastanza chiaro e con degli alti molto pronunciati.

Fotocamera

Perde abbastanza con il comparto fotografico, nonostante sulla carta offra una fotocamera posteriore con due sensori, 16 e 2 MP, di cui il principale prodotto da Samsung. OUKITEL WP2, infatti, non è uno smartphone pensato per le fotografie e i video, nonostante non se la cavi male. Monta un’applicazione fotocamera MediaTek, con tutti i suoi soliti contro (fra cui una messa a fuoco lenta, una bassa velocità di scatto e la tendenza a sovraesporre le parti chiare), che riesce ad acquisire foto sufficienti con una buona illuminazione e mediocri nel caso in cui si usi il potentissimo flash LED. Sfortunatamente però le foto presentano quasi sempre colori non troppo vividi, una definizione non altissima e diverso rumore. E lo stesso è per i video, che però vengono registrati con una buona stabilizzazione e con un audio abbastanza alto. Niente di tragico per i social e per dei ricordi al volo, però è bene non aspettarsi un comparto fotografico di qualità. Dopotutto è pur sempre un rugged-phone e quindi deve fare altro nel migliore dei modi.

Batteria & Autonomia

OUKITEL WP2 è un campione in questo aspetto e il merito è senz’altro della batteria da 10000 mAh, senza nulla togliere a OUKITEL. Fa registrare, senza troppi accorgimenti, oltre 10 ore di display acceso con qualsiasi tipo di utilizzo. Offre, avendo Android 8.0 Oreo, le solite impostazioni stock di risparmio energetico, ma sono praticamente inutili vista la capacità della batteria.

Software

Bene e male di OUKITEL WP2, perché ci sono aspetti positivi e negativi. Fa girare Android 8.0 Oreo, con le patch di sicurezza di agosto 2018, più o meno quasi stock, al cui interno ci sono le solite applicazioni di Google in formato AOSP, le solite personalizzazioni di MediaTek e le solite parti non tradotte in lingua inglese. E’ veloce, reattivo e non mostra mai rallentamenti, gira davvero bene. Al di là di quanto detto, perché è il solito software che gira sui chipset MediaTek, dobbiamo aggiungere alcuni aspetti che ci sono piaciuti molto: c’è lo sblocco col volto, che funziona discretamente bene in ambienti ben illuminati, ci sono delle utilissime gesture sul lettore di impronte laterale, che permettono di tornare indietro e alla home, di rispondere al telefono, di scattare foto e di eseguire altre operazioni, che funzionano davvero bene, e un’applicazione che al suo interno contiene una bussola, una livella, un goniometro, una lente di ingrandimento e altri strumenti utili, ad esempio, durante un’escursione o su un cantiere. C’è anche un pedometro, per tenere traccia dei passi percorsi. OUKITEL WP2 quindi è un rugged-phone dentro e fuori, con piccoli accorgimenti software che risultano sicuramente utili e apprezzabili.

In conclusione

OUKITEL WP2 è uno smartphone che funziona molto bene e fa tutto quello che promette, offrendo una super autonomia e il plus della resistenza a urti, polvere e acqua. Non offre un comparto fotografico di qualità, ma non è nato per questo. L’unico suo vero limite è l’aspetto fisico e cioè design, peso e dimensioni, poiché non è un prodotto adatto a tutti e a un uso giornaliero e giovanile. Ringraziamo OUKITEL che ha fornito il sample per la prova e vi ricordiamo che OUKITEL WP2 è acquistabile su GearBest al prezzo di circa 190 euro.