Con OUKITEL WP1 la ricarica wireless apre nuovi orizzonti tra i rugged phone

Con OUKITEL WP1 la ricarica wireless apre nuovi orizzonti tra i rugged phone
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/OUKITEL-WP1-01.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/OUKITEL-WP1-01-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/OUKITEL-WP1-01-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/OUKITEL-WP1-01.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/OUKITEL-WP1-01.jpg"}, "title": "Con OUKITEL WP1 la ricarica wireless apre nuovi orizzonti tra i rugged phone" }

Recensione OUKITEL WP1 – Dopo essersi ricavata una importante nicchia nel mercato grazie ai suoi battery phone, da qualche tempo OUKITEL ha iniziato a produrre rugged phone, unendo la propria esperienza in fatto di autonomia a una elevata resistenza, per creare smartphone destinati a essere maltrattati.

Con OUKITEL WP1 il produttore cinese alza ulteriormente l’asticella, introducendo una tecnologia poco utilizzata su questa tipologia di prodotti. Ci riferiamo alla ricarica wireless, una soluzione comoda che permette di ricaricare il proprio dispositivo senza fili, semplificando le operazioni nell’utilizzo di tutti i giorni e riducendo l’usura e i rischi di infiltrazione di acqua, liquidi e polvere nel connettore di ricarica.

Abbiamo provato il nuovo smartphone per un paio di settimane, al fine di testarne la resistenza, le funzionalità, le capacità di ricarica e l’autonomia. Ecco dunque quali sono le nostre impressioni su OUKITEL WP1, uno smartphone che può dire la sua in un mercato molto movimentato.

Hardware & Connettività

La scheda tecnica di OUKITEL WP1 può contare su un SOC di fascia media, decisamente migliore di quello utilizzato da OUKITEL WP2, da noi recensito alcune settimane fa, anche se peggiorano lo schermo e il comparto fotografico. Vediamo nel dettaglio la scheda tecnica:

  • schermo da 5,5 pollici con risoluzione HD+ (720 x 1440 pixel) e fattore di forma 18:9
  • SoC MediaTek Helio P23 con CPU octa core da 2 GHz e GPU Mali-G71
  • 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile con microSD fino a 64 GB
  • doppia fotocamera posteriore con sensori da 13 e 2 megapixel
  • fotocamera frontale da 5 megapixel
  • connettività 4G/VoLTE, WiFi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.2, GPS, GLONASS, USB Type-C
  • batteria da 5.000 mAh con ricarica rapida 9V/2A e ricarica wireless a 10W
  • Android 8.1 Oreo
  • certificazione IP68 per resistenza ad acqua e polvere
  • dimensioni di 158,6 x 75,8 x 15,4 millimetri e perso di 257,8 grammi

Come nel modello precedente manca solo il jack da 3,5 millimetri, ma nella confezione di vendita troviamo un adattatore da USB Type-C a presa da 3,5 millimetri, oltre a un adattatore OTG per collegare dispositivi USB allo smartphone.

La ricezione del segnale telefonico è nella media, anche nelle zone più difficoltose lo smartphone se la cava egregiamente. Solo il segnale WiFi ha la tendenza ad avere una copertura inferiore alla media, ma niente di cui preoccuparsi. Buoni invece il Bluetooth e la ricezione del segnale GPS, sempre rapida e precisa. Nel complesso dunque un comparto che convince.

Le prestazioni sono decisamente molto buone per un dispositivo di questo tipo, dopo anni in cui i rugged phone erano sacrificati con hardware di seconda fascia. Il SoC Helio P23 si dimostra sempre all’altezza della situazione, grazie anche ai 4 GB di RAM e ai 64 GB di memoria interna, e presenta qualche lieve incertezza nel gaming più pesante, che non rappresenta certo il suo scenario tipico di utilizzo.

Reattivo al punto giusto il lettore di impronte posteriori, molto preciso ma forse leggermente lento nello sblocco, ma niente di particolarmente fastidioso.

Ergonomia, Design & Materiali

OUKITEL WP1 è costruito con un mix particolare di materiali, che lo rendono diverso da altre soluzioni simili. Troviamo robuste protezioni in gomma sui quattro spigoli, leggeri rialzi intorno allo schermo per ridurre il rischio di rottura del vetro, due sportelli in gomma che proteggono rispettivamente lo slot dual SIM e il connettore USB Type-C per la ricarica.

Il frame laterale è in metalli, scelta che migliora la resistenza ma che si graffia facilmente, e che nel tempo renderà più “vissuto” l’aspetto dello smartphone. Anche per la parte posteriore la scelta di OUKITEL è stata alquanto strana: gomma nella parte inferiore, con i fori dello speaker e due leggere sporgenze per garantire una buona resa anche appoggiando lo smartphone sul tavolo, metallo nella parte del logo e appena sotto la doppia fotocamera posteriore (protetta da un vetro) e una plastica morbida trasparente nel resto della cover posteriore.

Quest’ultima sembra graffiarsi molto facilmente, anche se è stata studiata per resistere al meglio alle cadute, ed è stata scelta per consentire l’utilizzo del sistema di ricarica wireless. Smartphone resistente si, dunque, ma che potrebbe graffiarsi parecchio, ma visto l’uso a cui è destinato non dovrebbe rappresentare un grosso handicap.

L’ergonomia risente ovviamente delle protezioni e dei materiali usati: il peso di 258 grammi si sente, specie nell’uso prolungato, e le dimensioni sono superiori a smartphone con schermo da 6 pollici, visto che le cornici sono decisamente generose. Fate attenzione quando lo appoggiate su un tavolo, perché ci sono quattro viti che sporgono leggermente e hanno la brutta abitudine di rigare le superfici.

Display, Audio & Multimedia

Pur avendo una risoluzione “solo” HD+ lo schermo di OUKITEL WP1 è sufficientemente definito, luminoso e visibile anche sotto la luce del sole. Gli angoli di visuale sono buoni, anche se bisogna fare attenzione ai riflessi.

Molto alto il volume dello speaker posteriore, anche se mancano completamente i bassi e gli alti sono un po’ troppo enfatizzati. ne risente dunque la riproduzione di contenuti multimediali, penalizzata da un sonoro non sempre all’altezza della situazione. Molto alto comunque il volume massimo senza che ci siano distorsioni. Buono anche l’audio in capsula, chiaro e bilanciato anche sui bassi.

Fotocamera

Solitamente i rugged phone non possono contare su un comparto fotografico straordinario e questo OUKITEL WP1 non fa eccezione. Dobbiamo però dire che gli scatti sono migliori di quanto potessimo aspettarci, anche se c’è la leggera tendenza a sovraesporre le foto, una soluzione che può tornare utile nelle foto di interni, che può essere un valido aiuto per chi lavora in cantiere e deve fotografare particolari.

Ovviamente in scarse condizioni di illuminazione la situazione precipita drasticamente, con scatti pressoché inutilizzabili. Da segnalare una certa lentezza nella messa a fuoco, che vi porterà a più di una foto mossa. Serve dunque un po’ di pazienza per ottenere scatti di qualità accettabile. Nel complesso comunque un comparto accettabile per qualche scatto di lavoro, foto da pubblicare sui social e poco altro.

Batteria & Autonomia

Pur avendo una batteria da “soli” 5.000 mAh, questo OUKITEL WP1 ha un’ottima autonomia. Anche con un utilizzo particolarmente intenso abbiamo sempre raggiunto i due giorni e con un uso più blando si raggiungono senza problemi i 3 giorni.

È possibile raggiungere circa 9 ore di schermo acceso con molta facilità, ma con qualche accorgimento è possibile superare le 10 senza problemi. La ricarica wireless è abbastanza lenta, vista la capienza della batteria, e servono 3 ore abbondanti per la ricarica completa. le cose migliorano decisamente con la ricarica cablata, che richiede comunque un paio d’ore.

Software

OUKITEL ha optato per Android 8.1 Oreo senza particolari personalizzazioni. Troviamo una bussola, una radio FM e poco altro, con un sistema quasi stock. Sono presenti alcune impostazioni per utilizzare le gesture sul lettore di impronte digitali, per rispondere a una chiamata portando il dispositivo all’orecchio e poco altro.

È possibile sbloccare lo smartphone con il volto, anche se si tratta di una tecnologia poco sicura ma comunque utile per chi lavora con i guanti e vuole comunque un minimo di sicurezza. Per il resto ci troviamo davanti alla classica ROM MediaTek, con una fotocamera che porta alcune funziono “bellezza” ma che mantiene una funzione DLSR a dir poco ridicola, che crea una sfocatura circolare poco realistica.

In conclusione

OUKITEL WP1 è tutto sommato una valida soluzione per chi cerca uno smartphone resistente ad acqua, sporco e cadute e non teme di vedere qualche graffio di troppo sulla scocca. La ricarica wireless è sicuramente un punto a suo favore, visto che anche in cantiere o in un ambiente sporco o polveroso è possibile effettuare la ricarica senza avere bisogno di fili da collegare, una procedura che può essere effettuata anche con i guanti.

Ringraziamo OUKITEL che ci ha fornito il sample per questa prova e vi ricordiamo che potete acquistare WP1 su GearBest a poco meno di 200 euro.