Samsung Galaxy S10 in un nuovo concept, mentre Samsung brevetta nuovi metodi di controllo

Samsung Galaxy S10 in un nuovo concept, mentre Samsung brevetta nuovi metodi di controllo
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/samsung_mwc18_tta.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/samsung_mwc18_tta-460x259.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/samsung_mwc18_tta-635x357.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/samsung_mwc18_tta.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/samsung_mwc18_tta.jpg"}, "title": "Samsung Galaxy S10 in un nuovo concept, mentre Samsung brevetta nuovi metodi di controllo" }

Dopo l’ondata di nuovi top di gamma presentati nel mese di ottobre, ci attende un periodo di relativa calma, e gli occhi degli appassionati e degli addetti ai lavori sono puntati sulla gamma Samsung Galaxy S10, che dovrebbe essere annunciata nelle prime settimane del 2019.

Tra le novità di cui si vocifera da tempo c’è anche la possibilità che Samsung utilizzi un design di tipo all-screen, grazie all’adozione di una fotocamera frontale integrata nello schermo. Piuttosto che ricorrere a notch o a schermi a scorrimento, come stanno facendo i principali competitor, Samsung sarebbe intenzionata a lasciare un piccolo foro nello schermo per lasciar passare la luce.

Il noto designer Ben Geskin ci propone oggi un render di quella che potrebbe essere la parte frontale di Samsung Galaxy S10, con cornici ridotte ai minimi termini e un piccolissimo foro per la fotocamera frontale. Ovviamente si tratta di una interpretazione che potrebbe differire completamente dalla soluzione che sarà adottata da Samsung, ma l’idea non sembra così campata in aria.

Nel frattempo il WIPO (World Intellectual Property Organization) ha pubblicato un brevetto registrato lo scorso anno da Samsung, relativo a un nuovo metodo di interazione con lo schermo, che richiama alla memoria quello introdotto da HTC con il top di gamma U11 lo scorso anno.

Il sistema si basa su uno schermo sensibile alla pressione, riconoscendo la pressione esercitata sui due lati dello schermo o su una sorta di pulsante di accensione virtuale, con operazioni differenti a seconda del livello di pressione applicata.

Non si tratta di un metodo basato sulla pressione del frame ma su un display, facendo pensare che una simile tecnologia potrebbe già essere utilizzata su Samsung Galaxy S10, che potrebbe utilizzare uno schermo curvo ai lati come già visto nelle ultime generazioni della gamma Galaxy S.

Fonti: Galaxyclub, Phonearena