Gli ultimi smartphone top di gamma di Samsung hanno ben quattro modalità prestazionali fra cui scegliere: modalità bilanciata, a medio risparmio energetico, a massimo risparmio ed una ad alte prestazioni. La descrizione di quest’ultima è però differente sui Galaxy S10 rispetto ai Galaxy Note 10: sui primi dice di garantire la massima qualità del display e il minor risparmio energetico mentre sui secondi afferma di portare anche una “maggiore velocità di sistema”.

Modalità alte prestazioni sui Galaxy S10 (sinistra) e sui Galaxy Note 10 (destra)

Secondo i test eseguiti da sammobile.com però la modalità alte prestazioni non sembra portare alcun beneficio prestazionale sui Galaxy Note 10: nessun incremento di velocità nel lancio delle applicazioni né nella loro normale esecuzione e nessun decremento della durata della batteria. È quindi probabile che questa modalità sia uguale su tutti i flagship di Samsung e che porti solamente a impostare risoluzione e luminosità ai massimi valori disponibili: l’aggiunta della scritta riguardante le maggiori prestazioni di sistema sembrerebbe quindi solamente destinata a scatenare un effetto placebo.

I possessori di Galaxy Note 10 e Galaxy Note 10+ fra voi notano invece qualche differenza? Fatecelo sapere nei commenti!

Vai a: recensione Samsung Galaxy Note 10

Vai a: recensione Samsung Galaxy Note 10+