Recensione LG X Power: batteria infinita in dimensioni compatte

Recensione LG X Power: batteria infinita in dimensioni compatte
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/LGXpowerCopetina.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/LGXpowerCopetina-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/LGXpowerCopetina-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/LGXpowerCopetina.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/LGXpowerCopetina.jpg"}, "title": "Recensione LG X Power: batteria infinita in dimensioni compatte" }

Recensione LG X Power – Negli ultimi anni molte case si sono cimentate nel creare smartphone campioni di autonomia, veri colossi che badavano tutto alla sostanza, con buona pace del design e della portabilità.
Finalmente però abbiamo avuto modo di provare un nuovo smartphone davvero interessante, che va a collocarsi nella categoria dei “superdotati” di batteria mettendo in imbarazzo ogni altro rivale grazie ad un design curato, un peso di 139 grammi e uno spessore di soli 7,9 mm.

E’ difficile credere che nella scocca di questo device siano racchiusi due giorni di autonomia ma è così, un piccolo capolavoro. Ecco LG X Power nella nostra recensione.

Video recensione di LG X Power

Hardware & Connettività

LG X Power è spinto da un processore di Mediatek quad core MT6735 con tutti Cortex A53 da 1,3 GHz e  una GPU Mali T720 e 2 GB di RAM. La memoria interna è da 16 GB espandibile tramite micro SD fino a 256 GB.

La dotazione di sensori conta su quello di luminosità, (qui segnaliamo che la luminosità automatica è tarata troppo al risparmio) di prossimità, accelerometro, magnetometro e giroscopio. Non c’è il sensore per le impronte digitali, è invece presente un ben visibile LED di notifica.

La connettività è affidata allo scambio dati LTE di Cat.4 , ad una antenna WiFi 802.11 single band e al bluetooth 4.2. Ci sono anche GPS, RAdio FM e USB-OTG tramite la porta micro USB2.0. Manca invece l’NFC.

VEDI ANCHE

LG X Power

Parte telefonica e antenne

Come quasi tutti i device del brand sud coreano, anche LG X Power se la cava egregiamente. Prende bene e non abbiamo mai riscontrato alcun problema di instabilità del segnale o dello scambio dati. Buona anche la qualità audio in capsula.

Prestazioni

Il processore è un campione di risparmio energetico, non certamente uno tra i più performanti. Ciò si traduce in qualche lag nell’interfaccia e tempi di caricamento leggermente più lunghi della norma per i giochi e app pesanti.
Verosimilmente LG X Power potrebbe rallentare un po’ nel momento in cui la memoria arriva a saturazione, ma per l’usabilità che ha dimostrato in questi giorni siamo fiduciosi sul fatto che non si rivelerà fallimentare nel lungo periodo.

lgxpower3_tta

Ergonomia, Design & Materiali

Questo capitolo è certamente il più allettante della recensione, infatti LG X Power riesce a racchiudere in dimensioni di 148.9 x 74.9 x 7.9 mm e un peso di 139 grammi, ben 4100 mAh di batteria.

Si tratta assolutamente di un record visti i precedenti sul mondo Android per i device con grandi batterie. Siamo sempre abituati a vedere dei pesanti colossi, mentre LG è riuscita a creare un device che potremmo definire “normale”.

I materiali sono plastici, con una scocca posteriore non rimovibile gommata e una parte frontale ben ottimizzata. Il frame esterno è in plastica ma il touch&feel è tutt’altro che cheap. Anzi, appare come uno smartphone curato e molto gradevole.
L’unico problema che abbiamo riscontrato è il posizionamento dell’altoparlante di sistema, sulla parte posteriore a livello con il resto della scocca. Sarà molto facile occluderlo involontariamente, limitando quindi la potenza sonora (già di suo non particolarmente elevata).

lgxpower2_tta

Display, Audio & Multimedia

Il display è costituito da un pannello LCD IPS da 5,3 pollici e risoluzione HD. Si tratta di un’unità sufficiente rispetto agli standard normalmente elevati di LG ma non possiamo dargli un giudizio oltremodo positivo.

Se guardato da una angolazione perpendicolare i colori risultano naturali e carichi, appena l’angolo di incidenza del nostro sguardo si sposta, la situazione diventa quasi problematica. Le immagini, infatti, tendo a sparire verso un grigio scuro che a sua volta viene sostituito dai riflessi.

Senza troppi giri di parole, questo è il comportamento tipico dei display economici.

A causa del posizionamento infelice dell’altoparlante di sistema, il comparto audio non può essere così positivo. LG X Power ha una potenza sufficiente nelle varie operazioni di tutti i giorni ma se pensate di utilizzarlo spesso in vivavoce fareste bene ad orientarvi verso altri prodotti.

lgxpower1_tta

Fotocamera

I moduli fotografici a disposizione di LG X Power sono due, uno principale da 13 mega pixel accompagnato da flash LED e uno anteriore da 5 mega pixel.

Le prestazioni per le fotografie in diurna sono di tutto rispetto, ormai LG è una sicurezza sotto questo punto di vista e tutti i device della serie X ne sono una conferma.
In notturna il discorso cambia e anche questo terminale si allinea alla concorrenza con prestazioni decisamente scarse, vorremmo poter bocciarne categoricamente le performance notturne ma il panorama attuale non offre di meglio su questa fascia di prezzo, rientriamo quindi nella normalità.

Una parola anche per i selfie, nella media ma buoni soprattutto di giorno, e per il software fotografico: davvero troppo minimal. Non ci sono quasi opzioni per settare le fotografie se non il formato 4:3 o 16:9, sono inesistenti modalità diverse dallo scatto automatico o panorama e viene completamente privilegiata la condizione di punta e scatta.

Sopra la media il comportamento dei video, davvero belli anche se manca la stabilizzazione ottica.

Batteria & Autonomia

La batteria a disposizione di LG X Power è da ben 4100 mAh. Sono tanti, soprattutto in relazione ad una componentistica scelta appositamente per essere docile nei consumi.

I risultati sono eccellenti, si riescono a coprire due giorni di autonomia con un utilizzo medio e potremmo andare anche oltre con attenzione particolare. Se capitano giornate particolarmente intense le ore di schermo sono almeno 7 su circa 25h di accensione.

La mia però è stata quella della 35h di accensione con 8h di schermo acceso.

Software

A bordo di LG X Power troviamo Android 6.0.1 con personalizzazione LG UX 5.0. E’ sempre positiva la volontà della casa coreana di fornire un software completo anche sugli smartphone della fascia media e medio bassa.

Anche qui troviamo tutte le opzioni di LG G5, comprese le possibilità di personalizzare l’interfaccia tramite temi, di riorganizzare i quick toggle e le schermate delle impostazioni.
Non mancano funzionalità avanzate come Q Slide, che permette di aprire diverse applicazioni in finestre fluttuanti ridimensionabili e Quick Memo Plus, uno strumento completissimo per prendere note e modificare screenshot.

All’interno delle impostazioni troviamo tutte le voci di Android stock alle quali si aggiungono settings sulla barra di navigazione, sul controllo del display e una avanzata modalità di lettura. Non mancano anche le voci relative al risparmio energetico e all’ottimizzazione delle prestazioni.

La suite di app preinstallate è completa senza essere invasiva. I programmi scelti da LG sono pochi ma ben realizzati e funzionali ad una prima accensione già pronta per le operazioni di tutti i giorni. Particolarmente positive le app di produttività e il tool di backup.

lgxpower4_tta

In conclusione

LG X Power è un prodotto eccellente. Non si tratta di valutare le prestazioni o la qualità dei materiali con cui è stato assemblato, bisogna vederlo nella globalità di uno smartphone progettato in ogni singolo elemento per massimizzare la durata energetica.
Fin qui non ci sarebbe nulla di nuovo, ma la notizia è tutta in un’ergonomia e in un design straordinariamente normali, aspetto che non ci saremmo mai aspettati di incontrare in uno smartphone con batteria da 4100 mAh.

LG X Power, ci è piaciuto inoltre per l’ottimizzazione del software, che sfrutta ogni singola goccia di energia a disposizione, e per la consueta affidabilità e completezza a cui LG ci sta piacevolmente abituando.

Parlare di prestazioni solo discrete, di una fotocamera da fascia media e di un corpo in plastica come di difetti sarebbe sbagliato: LG X Power è nato per costare poco, 229 euro di listino, dimostrarsi sufficientemente completo e stupire per l’autonomia. Obiettivi raggiunti con il massimo dei voti.

Migliori offerte sul web LG X Power:

Pagella

7.6
Display
8.6
Ergonomia
7
Hardware
8.0
Software
9.5
Batteria
7.8
Fotocamera
8.5
Qualità/prezzo
7.6
Materiali
7.0
Audio
8.0
Esperienza Utente
8.0