C’è voluto davvero parecchio tempo ma finalmente è possibile installare WhatsApp sui tablet senza nessuna complicazione. Intendiamoci, non era impossibile utilizzarlo finora, ma era necessario scaricare il file apk e installarlo manualmente, senza poter approfittare degli aggiornamenti automatici.

Ora le cose cambiano, ammesso però che siate beta tester di WhatsApp. La versione 2.18.367, disponibile per i beta tester, può infatti essere installata ufficialmente sui tablet tramite il Play Store, facilitando quindi l’installazione dei successivi aggiornamenti senza procedure più o meno complicate.

Se possedete un tablet, e siete iscritti al programma beta, non vi resta che scaricare WhatsApp utilizzando il badge sottostante. Se non partecipate al programma beta potete iscrivervi visitando questa pagina.

Android app sul Google Play

Non è solo questa la novità odierna legata a WhatsApp, che presto potrebbe dare un taglio deciso alla libertà di creazione dei gruppi e dell’inserimento di molteplici utenti. Non si tratta di una mossa volta a limitare la libertà degli utenti, quanto piuttosto di un modo per combattere lo spamming selvaggio.

Analizzando il codice del recente aggiornamento sono emerse alcune porzioni di codice che portano in questa direzione, con una limitazione al numero di gruppo che possono essere creati un determinato lasso di tempo e al numero di utenti aggiunti a un gruppo. In questo modo gli spammer potrebbero perdere interesse nel loro lavoro, viste le limitazioni che dovrebbero essere introdotte.

Per il momento però si tratta di ipotesi basate sull’analisi del codice, ma potrebbe passare parecchio tempo prima che le novità vengano effettivamente messe in atto.

Vai a: WhatsApp lavora a una nuova interfaccia per la ricerca di GIF e adesivi