Se c’è un task rognoso e spesso complicato quando si lavora con le immagini su Photoshop, questo è sicuramente quello di riuscire a “scontornare” bene il background dal soggetto principale di una foto o di una immagine. Spesso basta una rapida combinazione di tasti e il corretto bilanciamento della “tolleranza” dello strumento “bacchetta magica”, altre volte è invece necessario perdere molto più tempo per rimuovere dall’immagine ogni riferimento al background presente.

Dalla fotocamera a Photoshop

In queste ore, Cyril Diagne, programmatore e designer ha mostrato una particolare applicazione per smartphone in grado di facilitare di molto il lavoro di chi utilizza Photoshop. Infatti, come si può vedere nei video presenti qui in basso, tramite l’applicazione “AR Cut & Paste“, basta la fotocamera del proprio smartphone per trasferire rapidamente su Photoshop un oggetto già scontornato e privo del suo background.

Sì, avete capito (e visto) bene. Benché possa apparire estremamente semplice, il sistema messo in piedi da Diagne si basa sulla presenza di una applicazione mobile, un server locale in grado di interfacciarsi con Photoshop, un bel po’ di machine learning ed un servizio per riconoscere, individuare e processare – rimuovere il backgroud – gli oggetti ripresi dalla fotocamera dello smartphone.

L’idea dello sviluppatore anticipa quello che magari un giorno potremo fare con i nostri smartphone non appena la tecnologia AR sarà maggiormente integrata all’interno delle nostre vite. In queste settimane abbiamo scoperto com’è facile visualizzare oggetti 3D tramite la ricerca Google, ma in futuro potremo fare cose che ad oggi sembrano quasi fantascienza.