Ena Matsuoka è una pop star giapponese che ha commesso degli errori che tutti fanno in buona fede: farsi dei selfie nella propria abitazione e nei luoghi in cui ci si reca quotidianamente. La vicenda di Ena però ha dell’incredibile ed è difficile da credere perché uno stalker è stato in grado di capire dove si trovasse dal riflesso dell’ambiente circostante negli occhi della pop star da una foto postata in Internet.

Proprio così, negli occhi si rifletteva una stazione dei treni che il suo ossessionato fan è riuscito a riconoscere, permettendogli di recarsi sul posto e conseguentemente di seguirla fino a casa e di palparla. L’uomo è stato arrestato e dai suoi racconti la polizia ha appreso come in realtà fosse riuscito a carpire molte altre informazioni da foto e video della ragazza: aveva infatti intuito molto sulla posizione dell’abitazione semplicemente osservando come la luce filtrava attraverso le tende delle finestre del suo appartamento.

Questo è stato un episodio estremo, ma è chiaro come potrebbe capitare a chiunque, per cui la cautela non deve essere mai troppa quando si condividono informazioni personali online. Togliere la geolocalizzazione delle foto dalle impostazioni della fotocamera potrebbe essere un ulteriore ed utile passo da compiere, perché i metadati potrebbero rimanere memorizzati anche dopo aver caricato i propri file sui social network: potete però un po’ già tranquillizzarvi, perché i siti più famosi come Facebook, Twitter, Instagram, etc. rimuovono subito i metadati da foto e video.