Diverse settimane fa Google ha aggiunto la possibilità di creare scorciatoie a file e cartelle in Google Drive per organizzare meglio i file e le cartelle condivisi senza duplicarli, tuttavia questa modifica ha completamente rovinato le cartelle condivise per chiunque sincronizzi Drive localmente sul proprio PC o Mac.

La regressione della funzione non è ancora visibile se si lavora con cartelle che sono già state condivise e organizzate, visto che per ora sono interessate solo le nuove cartelle condivise. Per il mittente non cambia nulla, ma il discorso è completamente diverso per il destinatario.

Scorciatoie di Google Drive sul web

Sul web l’opzione per spostare file e cartelle ricevuti sul nostro Drive è disattivata, l’opzione “Aggiungi a Drive” ora è “Aggiungi collegamento a Drive”, inoltre trascinandoli e rilasciandoli sul proprio Drive viene creato un collegamento e le icone includono una freccia di scelta rapida per differenziarli dai file e dalle cartelle possedute.

ll vantaggio consiste nel fatto che è possibile creare tutte le scorciatoie che si desiderano, in modo da poter accedere rapidamente a un file o una cartella condivisi da più punti all’interno del proprio Drive senza duplicarli, inoltre la proprietà dei file è anche più chiara rispetto a prima e ci sono meno problemi di sincronizzazione e meno inconvenienti quando le persone apportano modifiche.

Tuttavia, le scorciatoie di Google Drive comportano anche degli effetti collaterali come l’impossibilità di aprire il link come qualsiasi altra cartella e di sincronizzare il contenuto al suo interno, ma se non altro Chrome OS e Android non sono in gran parte interessati da queste limitazioni ed è ancora possibile aprire le scorciatoie delle cartelle condivise e vedere il loro contenuto senza essere reindirizzato a Drive sul Web, almeno fino a settembre 2020.