WiFi Finder è un’applicazione disponibile sul Play Store che ha raccolto un ottimo successo, come testimoniano gli oltre 100.000 download. Se rientrate nel novero di utenti che l’hanno installata, salvando magari la password della vostra rete WiFi come propone l’app, correte a cambiare subito la vostra password.

Secondo quanto riporta Sanyam Jain, ricercatore di sicurezza di GDI Foundation, il database dell’applicazione contenente le password di oltre due milioni di reti WiFi, è finito in rete senza alcuna protezione, consentendo a chiunque di scaricare in blocco l’intero contenuto.

TechCrunch, che per primo ha ricevuto la segnalazione, ha provato a contattare senza successo lo sviluppatore, rivolgendosi poi al servizio di hosting, DigitalOcean, che ha immediatamente provveduto a mettere offline il database. Anche se i dati contenuti nel database non possono ricondurre ai proprietari delle singole reti WiFi, sono stati a disposizione di chiunque il nome della rete, la password in chiaro e la geolocalizzazione precisa, che consentono dunque a un eventuale malintenzionato di accedere alle reti coinvolte.

Accedendo alla vostra rete WiFi un eventuale malintenzionato potrebbe riuscire a modificare i server DNS reindirizzando il traffico verso siti malevoli o intercettare il traffico di rete rubando password e altre informazioni riservate. a quanto pare la maggior parte delle password trafugate appartiene a utenti residenti negli USA, ma potrebbero essere colpiti molti altri Paesi.

A seguire il link dell’applicazione, per controllare se per caso l’avete installata sul vostro smartphone Android tramiote il Play Store di Google.

Android app sul Google Play