TIM attiva il blocco predefinito dei servizi a sovrapprezzo sulle nuove SIM

Tim logo

TIM, uno dei maggiori operatori nazionali di telefonia fissa e mobile, ha ufficialmente compiuto un importante passo avanti sul fronte della trasparenza, attivando il il blocco predefinito dei servizi a sovrapprezzo (VAS) su tutte le nuove SIM.

Il barring di default dei servizi a sovrapprezzo, in particolare, si applica a tutte le SIM TIM attivate a partire dallo scorso 25 novembre 2020, perfettamente in linea con gli impegni assunti dall’operatore con l’AGCOM lo scorso mese di ottobre, quando era stata indicata come finestra temporale di riferimento proprio la fine del mese di novembre.

Lo stesso blocco, comunque, è già attivo anche per TIM Ricarica Automatica, il meccanismo di convergenza fisso-mobile TIM Unica, le offerte TIM International dal 13 ottobre 2019, per TIM Junior dal 30 marzo 2020 e per TIM Safe Web dal 28 settembre 2020.

Dettagli, eccezioni e meccanismo di sblocco

Già in sede di assunzione formale degli impegni in materia con l’AGCOM, TIM aveva provveduto ad indicare le poche eccezioni al blocco e il meccanismo da utilizzare per eventuali attivazioni, volto a garantire la consapevolezza del cliente.

Quanto alle prime, il blocco automatico di TIM si applica a tutti i servizi a sovrapprezzo, ad eccezione di «servizi bancari e di quelli per il mobile ticketing, per il trasporto pubblico, per i parcheggi ed il voting».

Il meccanismo di attivazione dei servizi VAS di provider terzi messo a disposizione dei clienti, volto ad «acquisirne in modo inequivoco il consenso», è quello OTP (One Time Password). Come vi avevamo anticipato illo tempore, l’assunzione del consenso espresso del cliente viene gestita su Landing Page controllata da TIM e si articola in tre fasi:

  1. completa digitazione del proprio numero telefonico;
  2. inserimento, sempre su pagina TIM, di un codice OTP inviato tramite SMS al numero fornito dal cliente;
  3. digitazione del pulsante “conferma” o “abbonati”.

In particolare, i clienti interessati possono rimuovere/ripristinare il blocco direttamente dall’app MyTIM alla sezione “Linea-Gestisci”, inviando un SMS al 119 oppure chattando con Angie, entrambi i casi scrivendo «voglio attivare la Black List».

I medesimi canali sono a disposizione anche di tutti i clienti TIM con SIM attivate prima del 25 novembre 2020.

Tutte le nuove TIM Card intestate ad utenti di minore età prevedono la disabilitazione permanente dei servizi a contenuto “Adult”, impostazione modificabile solo dopo il compimento del diciottesimo anno d’età dell’intestatario.

In sede di assunzione degli impegni con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, TIM si era assunta l’onere di una campagna informativa apposita. Sulla stessa lunghezza d’onda si pongono sia la modifica apposita della pagina sugli addebiti per servizi VAS di provider terzi, sia il conseguente aggiornamento delle norme d’utilizzo della TIM Card.

Potrebbe interessarti anche: Migliori offerte telefoniche di Vodafone, TIM, Iliad e WINDTRE

Fonti: Mondomobileweb.it
Condividi: