LineageOS 16.0 abbraccia Android 9 Pie con le nuove Nightly disponibili per vari dispositivi

LineageOS 16.0 abbraccia Android 9 Pie con le nuove Nightly disponibili per vari dispositivi
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2.jpg"}, "title": "LineageOS 16.0 abbraccia Android 9 Pie con le nuove Nightly disponibili per vari dispositivi" }

LineageOS, la celebre custom ROM nata dalle ceneri di CyanogenMod, compie un altro atteso passo in avanti dando il via al roll out della sua versione 16.0 ufficiale (in versione Nightly) basata su Android 9 Pie.

Con questa nuova numerazione il team di sviluppo, oltre alle varie funzionalità già presenti nelle precedenti versioni, introduce vari miglioramenti, correzioni e implementazioni come la modalità scura che Google sta preparando per Android Q, o la possibilità di nascondere le app e richiedere l’autenticazione per accedervi.

Ecco comunque un primo changelog delle novità di LineageOS 16.0 con Android 9 Pie, a cui segue un elenco iniziale dei dispositivi compatibili:

  • È ora possibile impostare una modalità automatica per controllare la presenza di nuovi aggiornamenti (impostabile su mai, una volta al giorno/alla settimana/al mese);
  • La calcolatrice ora supporta la modalità scura grazie alle Styles API;
  • Disponibile il “Segna come letto” per le notifiche dei messaggi;
  • Aggiunto il supporto a Microsoft Exchange;
  • WebView è stata aggiornata a Chromium 71.0.3578.99;
  • Incorporate le patch di sicurezza di dicembre 2018, gennaio e febbraio 2019.

Il roll out delle Nightly di LineageOS 16.0 è partito e saranno disponibili nella pagina web ufficiale riservata ai download e cercando gli aggiornamenti tramite OTA per tutti i dispositivi interessati nel giro di qualche giorno, poiché al momento sono in upload.

Fonte: Ausdroid