Nel corso del tempo la custom recovery TWRP è diventata il miglior alleato di coloro che muovevano i primi passi tra le sabbie mobili del modding.

Sia che si volesse formattare una partizione, ottenere i permessi di root, aggiornare il sistema operativo, fare un backup completo del contenuto dello smartphone oppure, ovviamente, provare una ROM dopo l’altra, TWRP si è via via affermata come il miglior modo per farlo.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto permuta, click in pagina (anche se non hai uno smartphone usato)

399€ invece di 599€
-33%

Il segreto del successo, come da copione quando si racconta di una ricetta vincente, non può che arrivare dall’abnegazione costante da parte dei suoi sviluppatori. Evoluzione che raggiunge l’ennesimo step: la custom recovery più diffusa si aggiorna alla versione 3.2.3.0.

Ecco il changelog:

  • Risolta l’installazione automatica degli OTA sui device criptati
  • Rimosso SuperSU da TWRP
  • Supporto per entrambe le estensioni md5 ed md5sum nel momento in cui viene fatto il check MD5 per i file zip

Curiosa, e per alcuni spiacevole, la fine dell’integrazione tra SuperSU e la custom recovery. TWRP 3.2.3.0 è già disponibile al download per gran parte dei dispositivi supportati a questo indirizzo.

Vai a: Personalizzazione smartphone