Huawei P30 e P30 Pro dovrebbero essere lanciati nei primi mesi del 2019 (marzo?), un po’ come accaduto con i modelli di quest’anno, e da Weibo arrivano alcuni interessanti dettagli: mentre i primi indizi sulle forme degli smartphone iniziano a trapelare grazie alle presunte cover, veniamo a sapere della possibile presenza di un sensore Sony da 38 MP.

Secondo quanto riportato, Huawei potrebbe essere il primo produttore a utilizzare il sensore Sony IMX607 da 38 MP, con “Quad-Pixel PDAF” per una rapidissima messa a fuoco automatica e una qualità dell’immagine superiore a quella offerta dai sensori utilizzati negli smartphone di punta di quest’anno. Questo perlomeno sul modello di punta.

Offerta

HONOR 200 Pro 12/512GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

579€ invece di 799€
-28%

Il sensore in questione adotta un approccio simile a quello di P20 Pro, ma “aggiunge” una serie di pixel bianchi a quelli RGB e un sistema “Dual Bayer“. Il Sony IMX600 del modello 2018 utilizza due dei pixel a colori per la lunga esposizione e due per la breve, combinandoli per migliorare la gamma dinamica: il nuovo sistema farà qualcosa di simile, ma al contempo differente, per provare a catturare più luce e raggiungere maggiore nitidezza e migliori dettagli.

 

Da considerare, inoltre, che sia Huawei P30 sia Huawei P30 Pro dovrebbero disporre di più fotocamere posteriori, aspetto che verrebbe sottolineato anche dalle immagini delle presunte cover: da quanto si vede, entrambi potrebbero contare su tre fotocamere, ma la cover del supposto P30 Pro presenta un ulteriore e ampio foro più a destra, che potrebbe “contenere” flash LED, sensori o ulteriori obiettivi.

Non sembra infine esserci traccia dello spazio per un sensore di impronte digitali: sarà nella parte frontale come su P20 e P20 Pro oppure integrato nel display? Continuate a seguirci perché le indiscrezioni su Huawei P30 e P30 Pro aumenteranno con il passare delle settimane.