Huawei Mate 30 è più vicino: completati con successo i test produttivi su HiSilicon Kirin 985

Huawei Mate 30 è più vicino: completati con successo i test produttivi su HiSilicon Kirin 985
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_4_tta_mwc19-460x345.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_4_tta_mwc19-635x477.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_4_tta_mwc19.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_4_tta_mwc19.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_4_tta_mwc19.jpg"}, "title": "Huawei Mate 30 \u00e8 pi\u00f9 vicino: completati con successo i test produttivi su HiSilicon Kirin 985" }

Anche se dovrebbe essere Qualcomm la prima compagnia a presentare un chipset con modem 5G integrato, con quello che potrebbe chiamarsi Snapdragon 865, Huawei non sta a guardare e potrebbe avere la propria soluzione pronta molto presto

La soluzione di Qualcomm dovrebbe arrivare sul mercato entro la prima metà del prossimo anno, lo stesso periodo in cui dovrebbe essere lanciata anche la proposta di Huawei. Nel frattempo HiSilicon Kirin 985, che a quanto pare equipaggerà Huawei Mate 30, dovrebbe essere pronto già nel corso del terzo trimestre di quest’anno.

Sarà proprio il flagship autunnale di Huawei il primo a integrare il nuovo SoC, realizzato con processo produttivo a 7 nanometri di TSMC e tecnologia di packaging FC-PoP di ASE. Il colosso cinese ha completato con successo la produzione di prova e ha pianificato l’avvio della produzione di massa per il terzo trimestre dell’anno.

Riprendendo il design di Kirin 980, anche il nuovo SoC adotterà il modem Balong 5000 per garantire la connettività 5G e solo nel 2019 vedremo la soluzione, già in fase di sviluppo, con modem integrato nel chipset. Il nuovo modem Huawei aggiungerà anche il supporto alle bande a elevata frequenza, a differenza di MediaTek, che entro la fine del 2019 presenterà la sua proposta, con supporto alla banda sub 6GHz.

Fonte: Gizchina
Condividimi!