Huawei apre un programma di riconoscimento per le vulnerabilità con premi fino a 143.000 dollari

Huawei apre un programma di riconoscimento per le vulnerabilità con premi fino a 143.000 dollari
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_tta_2.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_tta_2-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_tta_2-635x476.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_tta_2.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_tta_2.jpg"}, "title": "Huawei apre un programma di riconoscimento per le vulnerabilit\u00e0 con premi fino a 143.000 dollari" }

La sicurezza mobile è un argomento sempre più importante visto che la vita personale dell’utente è più che mai residente sul proprio smartphone, quindi è dovere assicurarsi di avere le ultime patch di sicurezza e di essere sicuri di non installare nulla che possa avere un accesso malevolo al proprio device.

In quest’ottica Huawei ha ufficialmente rivelato al pubblico il  programma Huawei Vulnerability Award che offre ai ricercatori della sicurezza un premio fino a 143.000 dollari e riconoscimenti onorari come premio per la scoperta di vulnerabilità.

Tra i primi partner del programma è presente 360 Mobile Security, azienda che ha segnalato 138 vulnerabilità Android negli ultimi due anni che rappresentano oltre il 12% delle vulnerabilità totali segnalate a livello mondiale per i due anni consecutivi.

Durante la conferenza di Huawei, Zhou Mingjian, capo del team 360 Mobile Security C0RE ha affermato che l’ecosistema Android sta ancora affrontando gravi minacce nei confronti della sua sicurezza principale e che lo sfruttamento delle vulnerabilità è in aumento.

Non è noto se Huawei intenda espandere il programma Huawei Vulnerability Award anche agli sviluppatori o se lo annuncerà anche in occidente, tuttavia il produttore cinese ha smesso di fornire i codici di sblocco del bootloader per i propri dispositivi, pertanto gli utenti non possono effettuare il root o installare ROM personalizzate sui loro smartphone.

Vai a: Una nuova vulnerabilità di Facebook potrebbe aver messo a rischio le informazioni degli utenti

Fonte: Xda-developers
Condividimi!