L’azienda taiwanese HTC è ben conosciuta per i suoi prodotti di qualità e dal design curato. Negli ultimi due anni però, ha dovuto fronteggiare il grave buco finanziario in cui è precipitata. Il suo ultimo top di gamma, One (M8), ha sicuramente significato un tentativo di risalita, ma secondo una nota compagnia di analisi finanziarie – Canaccord Genuity – le vendite sono in calo.

HTC ha compiuto molte manovre per cercare di risalire dalla crisi in cui si trova, e One (M8) è stato sicuramente concepito come il dispositivo che li avrebbe aiutati a ritornare sulla retta via. Il più grande problema della compagnia è il budget legato alla pubblicità, punto cruciale di qualsiasi attività commerciale. Nonostante siano state impiegate alcune star di Hollywood come Gary Holdman per pubblicizzare l’M8 e Robert Downey Jr. per l’M7, Samsung – con un budget decisamente più cospicuo – continuava a piazzare dappertutto cartelloni e insegne pubblicizzanti i suoi dispositivi.

Il mercato riguardante gli smartphone è uno dei più feroci al giorno d’oggi. La tecnologia si evolve, cresce di giorno in giorno e le aziende devono rimanere al passo sviluppando dispositivi all’avanguardia e facendo della pubblicità una delle armi principali. Questa competizione così ardua potrebbe essere proprio il principale motivo del declino di HTC.

Nella prima metà del 2014 sono stati presentati molti dei top di gamma per quest’anno – compreso One (M8) – ma iPhone 6 deve essere ancora svelato. Così HTC si ritroverà a competere non solo con le altre case costruttrici di smartphone Android, ma anche con Apple. Mentre la pubblicità è il punto debole dell’azienda Taiwanese, i suoi dispositivi sono tutt’altro che deboli.

HTC One M7 e M8 sono molto apprezzati sia per la qualità che per il design, senza naturalmente dimenticarci delle ottime specifiche tecniche. La compagnia dovrebbe comunque lanciare uno smartwatch entro la fine di quest’anno ed introdurre alcuni dei suoi dispositivi di fascia bassa negli Stati Uniti. Tutto ciò, combinato ad una sapiente strategia di mercato, potrebbe riportare HTC sulla cresta dell’onda. Staremo a vedere.

Via