HTC è in coma ma respira: marzo 2018 ferma il circolo involutivo

HTC è in coma ma respira: marzo 2018 ferma il circolo involutivo
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/htc_mwc18_tta_02.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/htc_mwc18_tta_02-460x259.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/htc_mwc18_tta_02-635x357.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/htc_mwc18_tta_02.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/htc_mwc18_tta_02.jpg"}, "title": "HTC \u00e8 in coma ma respira: marzo 2018 ferma il circolo involutivo" }

Stando ai dati economici diffusi da HTC sul mese di marzo 2018, l’azienda di Taiwan sembra aver trovato il modo di fermare l’emorragia. Da troppo tempo i dati hanno tracciato il profilo di una società in difficoltà netta, ma l’andazzo viene arrestato dai ricavi piovuti in cassa il mese scorso.

Così si apprende che HTC ha incassato 2,8 miliardi di dollari taiwanesi, cioè circa 72 milioni di euro, mentre il mese precedente erano stati inferiori del 6%. Una rondine non fa primavera, ma è un segnale che fa ben sperare per il futuro anche in considerazione del fatto che HTC 12+ deve ancora debuttare.

Comunque la strada è lunga, e resta in salita: seppur gli ultimi dati siano confortanti, è necessario ricordare come siano in calo del 47% rispetto a marzo 2017, e come nel bilancio del primo trimestre 2018 manchino 243 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con un calo del 44%. Per HTC si tratta del trimestre più buio degli ultimi 16 anni.

Resta da sperare che i vertici del brand taiwanese abbiano trovato il modo di invertire la rotta. Forza, HTC!

Vai a: Possibili specifiche e prezzo di HTC U12 Plus, lo smartphone senza notch

Fonte: Pocketnow