Svelati i dettagli delle quattro fotocamere posteriori di HONOR 20 e HONOR 20 Pro

Svelati i dettagli delle quattro fotocamere posteriori di HONOR 20 e HONOR 20 Pro
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/honor_view20_16_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/honor_view20_16_tta-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/honor_view20_16_tta-635x477.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/honor_view20_16_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/honor_view20_16_tta.jpg"}, "title": "Svelati i dettagli delle quattro fotocamere posteriori di HONOR 20 e HONOR 20 Pro" }

Mancano ormai due settimane alla presentazione europea di HONOR 20 e HONOR 20 Pro, che potrebbe essere preceduta di qualche giorno dalla presentazione in Cina e, grazie ad alcune immagini pubblicate da Slashleaks, possiamo scoprire nel dettaglio come sarà composta la fotocamera posteriore dei due novi top di gamma.

Finora le indiscrezioni avevano parlato di quattro fotocamere per entrambi i modelli e con le immagini relative a HONOR 20 e quelle di HONOR 20 Pro possiamo avere un chiaro quadro della situazione. Partiamo dunque da HONOR 20 che come mostra l’immagine sottostante, avrà nel sensore Sony IMX586 da 48 megapixel il suo punto di forza.

Il sensore utilizza la tecnologia Light Fusion per generare immagini da 12 megapixel unendo 4 pixel per migliorare la qualità con poca luce, con apertura f/1.8. In alto troviamo una fotocamera da 16 megapixel con apertura f/2.2 con lente ultra grandangolare da 117 gradi.

Più in basso troviamo un sensore da 2 megapixel, apertura f/2.4, per il calcolo della profondità di campo, affiancato da un sensore da 2 megapixel con le stesse caratteristiche, utilizzato per le foto macro.

Più performante invece la fotocamera di HONOR 20 Pro, che può contare su un sensore principale Sony IMX586 da 48 megapixel, con Light Fusion 4 in 1, apertura f/1.4 e stabilizzazione ottica. Ritroviamo il sensore da 16 megapixel con lente grandangolare da 117 gradi, mentre più in basso cambiano alcune cose.

Abbiamo infatti un sensore da 8 megapixel con stabilizzazione ottica, apertura f/2.4 e zoom ottico 3X, affiancato da un sensore da 2 megapixel per le foto macro. Il blocco fotografico è chiuso da un laser per una messa a fuoco rapida e precisa.

La qualità potrebbe dunque essere molto vicina a quella di Huawei P30 Pro, attualmente uno dei migliori, se non il migliore, tra gli smartphone in campo fotografico. Ovviamente sarà necessario testarlo per capire se anche l’ottimizzazione software è all’altezza di cotanto hardware.

Condividimi!