La feature Call Screening in arrivo sui Google Pixel di prima e seconda generazione

La feature Call Screening in arrivo sui Google Pixel di prima e seconda generazione
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/10\/google_pixel_3_XL_8_tta.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/10\/google_pixel_3_XL_8_tta-460x345.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/10\/google_pixel_3_XL_8_tta-635x477.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/10\/google_pixel_3_XL_8_tta.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/10\/google_pixel_3_XL_8_tta.jpg"}, "title": "La feature Call Screening in arrivo sui Google Pixel di prima e seconda generazione" }

A distanza di qualche mese dal lancio dei Google Pixel 3 e Pixel 3 XL, i nuovi smartphone del colosso di Mountain View si sono fatti apprezzare anche per alcune novità software, come la Modalità Night Sight per migliorare la qualità degli scatti in condizioni di luce difficili.

Un’altra feature che sta riscuotendo molti apprezzamenti è quella chiamata Call Screening: si tratta della soluzione studiata da Google per accettare una chiamata in arrivo tramite Google Assistant (invitando il chiamante a lasciare un messaggio) e aiutare l’utente a evitare seccatori.

Call Screening è attualmente disponibile solo per i Google Pixel 3 e Pixel 3 XL ma il colosso di Mountain View ha promesso di implementare questa feature nei dispositivi Pixel di vecchia generazione entro la fine di novembre.

Gli utenti che abitano negli Stati Uniti possono tuttavia provare ad abilitare tale funzionalità subito sui Google Pixel e Pixel XL di prima e seconda generazione, a condizione di avere accesso ai permessi di root dello smartphone. La procedura da seguire, pubblicata da XDA Developers, pare non funzionare ancora su tutti i modelli (la trovate seguendo questo link).

Fonte: Xda-developers