Questo sito contribuisce alla audience di

Google spiega la particolare esperienza creata con i suoni e gli sfondi per i Google Pixel

Google Pixel e Google Pixel XL sono sicuramente dispositivi molto curati e Big G si è impegnata parecchio anche nei dettagli più piccoli: oggi ha pubblicato un articolo sul suo blog in cui spiega come abbia voluto creare, anche attraverso sfondi e suoni, un’esperienza “confidently minimal” che sia adeguata ai principi di “semplicità, intelligenza, personalizzazione e affidabilità“.

In effetti i wallpaper animati (e non) dei Pixel sono molto belli: potete dare un’occhiata a quelli normali (e scaricarli) nel nostro precedente articolo, mentre per quanto riguarda quelli “live” dovete necessariamente possedere uno smartphone con Android 7.0 Nougat dotato di architettura 64bit (ben pochi al momento, almeno a livello ufficiale).

Non si tratta comunque di sfondi “presi a caso”, ma sono il frutto di un gran lavoro da parte di Google, come viene spiegato nel blog:

“La composizione di questi sfondi ha richiesto duro lavoro, dal momento che volevamo assicurarci che l’orizzonte fosse allineato perfettamente con la piastra posteriore dello smartphone. Abbiamo anche avuto bisogno di sviluppare una palette colori per sfoggiare gli ottimi display AMOLED, integrando i colori prevalentemente primari delle icone delle app Google. Il risultato finale è un set di live wallpaper che bilancia semplicità e intelligenza senza creare ingombro inutile e rumore.”

google-pixel-sfondi

C’è stata molta cura anche per quanto concerne le suonerie, i suoni per le notifiche e gli allarmi:

“Adottando un approccio più minimalista e usando un suono più puro che risuoni bene sui dispositivi, c’è una maggiore possibilità di staccare dai rumori di tutti i giorni in modo da ottenere l’attenzione dell’utente. Inoltre un dispositivo con un piccolo altoparlante non può riprodurre un suono ricco e fornire la stessa esperienza di uno stereo. Complicati arrangiamenti musicali, suoni ricchi di basse frequenze o che non traggono vantaggi dalla risonanza del dispositivo possono essere una questione problematica per un piccolo altoparlante.”

Secondo Google, il suono deve essere breve, brillante e perfettamente udibile, ma non deve diventare invasivo o “eccessivamente decorativo“: deve catturare l’attenzione dell’utilizzatore, ma nel farlo deve “rispettare il suo rapporto con il dispositivo”.

Big G sembra dunque aver lavorato sui più piccoli dettagli per puntare al successo con i suoi Google Pixel, ma ci riuscirà? Solo il tempo potrà dircelo: vi ricordiamo che gli smartphone in questione arriveranno in Italia sono nel 2017. Nel frattempo, se volete dare uno sguardo a qualche wallpaper e ascoltare alcune delle suonerie dei Pixel potete farlo seguendo questo link, che vi porterà al Google Design Blog.

 


Google Pixel è disponibile in offerta su Amazon a 404.00 euro. Si trova online anche su molti altri negozi, contiamo circa 18 offerte. Se invece sei interessato alle caratteristiche puoi leggere la scheda tecnica di Google Pixel.

Fonte: 9to5google

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Andy1982

    Volevo segnalare che i live wallpaper dei Pixel si possono installare anche sui device ARM con Android 6.0+ . Qui la discussione su XDA: http://forum.xda-developers.com/android/apps-games/port-live-earth-wallpapers-t3481640

    • Edoardo

      quindi ARM ? anche note 4? mi spiegeresti brevemente come fare e cosa installare?

      • Andy1982

        Ti basta scaricare ed installare il file APK che trovi nella discussione di XDA (nella scheda “Downloads” c’è live earth per Android 6.0 e per Android 7.0+, in più c’è anche live data per device non root). Ovviamente, prima di installare il file (basta che premi sul file appena scaricato con un qualsiasi file manager), devi andare nelle impostazioni>sicurezza>e selezionare origini sconosciute.

    • Dan Morrison

      Grazie per la segnalazione. Una domanda: come spesso mi accade con gli apk, mi ritrovo a non poter installare l’applicativo perché mi dà il tasto di installazione come morto, non cliccabile. Come mai secondo te? È piuttosto causale, talora dopo vari tentativi va…

      • Mako

        È il filtro notturno, tipo Twilight

        • Dan Morrison

          Grazie, ho imparato una cosa nuova!

    • Axel85

      Mi hai preceduto … Li ho sul nexus 5 e nexus 7 2013 da qualche settimana (lo stesso giorno in cui sono stati creati) . Li aspettavo da quando ho visto il video che li sfoggiava sui pixel. In particolare quello dell half dome(burrone dall’ alto) e del pantheon a Roma sono sicuramente i migliori sfondi che ho mai visto su qualsiasi telefono ho avuto sottomano. Sono in 3d poligonare non parallasse e interagiscono allo sblocco e allo scorrimento di schermata. Danno un effetto vertigine,non oso immaginare come si vedranno sui ottimi pannelli amoled dei Pixel. Purtroppo non posso provare quello della terra perché richiede cpu a 64bit . Questi pixel costano cari ma sono fatti veramente in modo eccelso sia lato hardware che software,curato tutto al minimo. L unico difetto che non posso perdonargli è di non aver messo un secondo altoparlante per avere un audio stereo come sul Nexus 6 o 6p, sarebbe stata la perfezione.

Top