Google si spiega sul caso Nest: il microfono integrato non avrebbe dovuto essere un segreto

Google si spiega sul caso Nest: il microfono integrato non avrebbe dovuto essere un segreto
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/google_assistant_logo_tta_7.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/google_assistant_logo_tta_7-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/google_assistant_logo_tta_7-635x476.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/google_assistant_logo_tta_7.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/google_assistant_logo_tta_7.jpg"}, "title": "Google si spiega sul caso Nest: il microfono integrato non avrebbe dovuto essere un segreto" }

Ad inizio Febbraio, Google ha annunciato l’arrivo di Google Assistant su Nest Guard, il suo sistema di sicurezza e allarme per la casa; il problema? Nessuno sapeva che all’interno di Nest Guard ci fosse un microfono.

Ovviamente l’annuncio ha scatenato varie polemiche e preoccupazioni a tema privacy, e dopo qualche settimana Google ha deciso di spiegare come stanno le cose; la presenza di un microfono integrato in Nest Guard non sarebbe dovuto essere un segreto, e sarebbe dovuto apparire nelle specifiche tecniche. Si sarebbe quindi trattato di un errore da parte di BigG, che assicura però che tale microfono non è mai stato attivo.

La sua presenza sarebbe stata prevista per future implementazionicome quella avvenuta per Google Assistant – come ad esempio funzioni di monitoraggio del rumore per identificare una finestra rotta.

Che idea vi siete fatti voi di questa faccenda? Diteci la vostra con un commento qui sotto.

Fonte: Businessinsider