Google sarebbe al lavoro su un casco per godere di una realtà aumentata più immersiva

Google sarebbe al lavoro su un casco per godere di una realtà aumentata più immersiva
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/shopping-navigator-google-tango_800.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/shopping-navigator-google-tango_800-460x306.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/shopping-navigator-google-tango_800-600x400.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/shopping-navigator-google-tango_800.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/shopping-navigator-google-tango_800.jpg"}, "title": "Google sarebbe al lavoro su un casco per godere di una realt\u00e0 aumentata pi\u00f9 immersiva" }

Dal suo lancio ufficiale al MWC 2018, Google ARCore non ha mai sfondato sul mercato delle app. A marzo di quest’anno abbiamo visto la comparsa nel Play Store delle prime app con supporto ufficiale a tale tecnologia, con anche l’annuncio di altri titoli prossimi al rilascio sullo store. Ora però Google sembrerebbe intenzionata a produrre un suo hardware apposito dedicato all’AR!

Secondo nuovi rapporti, infatti, Google sarebbe già al lavoro su un casco AR autonomo in stile Hololens di Microsoft. Identificato internamente come “Google A65”, questo supporto dovrebbe essere alimentato da un chip personalizzato Qualcomm appartenente a una delle nuove serie prodotte appositamente per il settore IoT (Internet of Things).

Sebbene sia tutto ancora in fase sperimentale, secondo alcune voci il chip che potrebbe essere adottato sarebbe uno dei seguenti:

  • Qualcomm QSC603, un SoC ARM quad-core con 2x Kryo 300 Gold a 1.6 GHz + 2x Kryo 300 Silver a 1.7 GHz;
  • Qualcomm QSC605, un SoC octa-core con 2x Kryo 300 Gold a 2.5 GHz + 6x Kryo 300 Silver a 1.7GHz.

Per quanto riguarda la GPU, dovrebbe essere presente l’Adreno 615 con supporto a Tensorflow e Android Neural Networks API.

Il design del prodotto in questione è ancora sconosciuto essendo in fase prototipale, come sconosciute sono anche le sue caratteristiche tecniche, prezzo e disponibilità al pubblico.

Quest’ultima sarebbe un’informazione interessante da scoprire, per avere un’idea dell’ambito in cui questo prodotto sarà commercializzato: consumer o professional. Fateci sapere secondo voi a chi sarà rivolto!

Fonte: Gizmochina