Sembra che Google abbia ridimensionato la divisione hardware, cambiando i suoi piani per quanto riguarda la commercializzazione di nuovi tablet e notebook in stile Pixelbook.

La notizia viene riportata da Business Insider, che riferisce di riassegnamenti di una parte del personale della divisione hardware (il team “Create”) ad altri progetti. Tra questi comparirebbero “dozzine” di ingegneri, responsabili tecnici e altro personale di supporto, che dovrebbero essere stati “dirottati” ad altri progetti o presso Alphabet.

Questo non significa che Google non stia ancora lavorando a nuovi tablet o notebook, dotati di Chrome OS, ma solo che siano stati operati dei tagli al lancio dei prossimi prodotti, probabilmente quelli pi√Ļ a lungo termine. Ci sarebbe comunque stata la cancellazione di “bunch of stuff in the works“. Il Google Pixelbook 2 (nome in codice “Atlas”) dovrebbe dunque arrivare sul mercato, ma potrebbe anche essere l’ultimo dispositivo di questo tipo.

La scelta potrebbe essere dovuta a un successo al di sotto delle aspettative, provocato forse da prezzi troppo elevati e un software non particolarmente ottimizzato, come nel caso di Pixel Slate.