Tra i tanti strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione per effettuare acquisti virtuali o fisici (quelli del Black Friday inclusi) c’è Google Pay, che si è aggiornato di recente alla versione 2.78. L’occasione è stata colta al volo dai ragazzi di androidpolice.com che come al solito ne hanno decompilato l’APK alla ricerca di novità in procinto di essere rilasciate.

Dal teardown è emerso che Google potrebbe permettere di affibbiare un nickname ai metodi di pagamento salvati. Per cui un giorno non troppo lontano dovremmo essere in grado di dare un qualsiasi nomignolo alle carte di credito che compongono il nostro portafogli virtuale e riconoscerne al volo, ad esempio, la banca di provenienza, abbandonando così l’esercizio mnemonico di associare all’istituto le ultime quattro cifre visualizzate. Curiosa la scelta di Google di non permettere l’inserimento dei numeri tra i caratteri del nomignolo.

Altra novità in cantiere riguarda i gruppi di pagamento, per spiegare i quali bisogna fare appello all’intuito dal momento che Google non ha associato delle didascalie alle righe di codice. Poco male, perché sembra che la direzione sia quella già vista nelle soluzioni concorrenti come Satispay: la funzionalità dovrebbe consentire di dividere un conto, ad esempio quello di una pizzeria o di un ristorante, tra account diversi.

Vi lasciamo al badge per scaricare Google Pay dal Play Store o in alternativa il link ad APKMirror.

Android app sul Google Play