Due prodotti Google sono finiti al centro dell’attenzione nelle ultime ore per dei problemi che in un caso sono inspiegabili e nell’altro non sono di facile soluzione. Partiamo da Google Home, la versione media degli speaker intelligenti di Google, vittima di un’esagerata lentezza nelle risposte alle domande degli utenti.

La causa del problema va ricercata nel guasto di uno dei microfoni che consentono a Google Assistant di comprendere le domande anche a distanza e con altri rumori di sottofondo. Verificando il contenuto delle registrazioni, nelle attivitĂ  dell’assistente di Google, si sente solo rumore o un suono statico, senza la voce dell’utente.

Non ci sono ovviamente soluzioni percorribili dall’utente se non quella di aprire una pratica di RAM e chiedere la sostituzione del prodotto a Google, ammesso che sia ancora coperto dalla garanzia.

Dovrebbe invece essere risolvibile via software il problema che affligge alcuni utenti di Gboard, la tastiera di Big G, vittima di malfunzionamenti al sistema di scrittura con lo swipe. La tastiera permette infatti di scorrere tra le lettere per tracciare la parola, senza sollevare il dito dallo schermo, un metodo che in molti apprezzano.

Su Reddit sono stati aperti numerosi thread nei quali gli utenti lamentano il mancato riconoscimento del testo, con conseguente difficoltĂ  nello scrivere messaggi o digitare indirizzi. La tastiera riconosce i movimenti ma non sembra in grado di riconoscere i caratteri toccati e fornisce risultati completamente sballati. Il problema sembra essere legato a un bug lato server e non si presenta a tutti gli utenti.

È probabile, dato l’elevato numero di segnalazioni, che Google stia verificando l’origine del problema e possa risolverlo entro breve tempo. Avete riscontrato qualcuno dei problemi descritti sopra? Raccontateci la vostra esperienza nel box dei commenti. A seguire invece il badge per scaricare Gboard dal Play Store di Google e un’animazione che riproduce l’errore.

JUST LET ME TYPE “DID”