Tanti utenti sfruttano Google Chrome non soltanto per visitare le pagine Web ma anche per sfruttare i vari servizi offerti da Internet, come per la visualizzazione di video, lo streaming di programmi TV, la riproduzione di brani musicali, ecc.

Proprio per tale ragione, il team del colosso di Mountain View ha deciso di migliorare il sistema di autoplay del popolare browser, annunciando tale novitĂ  con un post sul blog ufficiale.

In sostanza, il nuovo sistema studia le preferenze dell’utente e dovrebbe essere in grado di bloccare la riproduzione automatica sui siti nei quali si presume che questa non Ăš desiderata e, viceversa, attivarla in quelli ove solitamente i contenuti sono guardati.

Con questo sistema Google Chrome dovrebbe nel giro di poco tempo essere in grado di offrire un’esperienza di navigazione personalizzata e prevedibile (inizialmente gli utenti potrebbero dover cliccare sul tasto “play” per insegnare al browser le proprie preferenze).

Tale nuovo criterio Ăš stato implementato nell’ultima versione desktop del browser.