Questo sito contribuisce alla audience di

APEX sarà il nuovo asso nella manica di Google per velocizzare gli aggiornamenti?

Google potrebbe essersi ispirata al funzionamento di Magisk e aver creato APEX, un nuovo sistema per tentare di velocizzare ulteriormente gli aggiornamenti di Android.

Come sicuramente saprete, Google ci ha già provato con Project Treble, ottenendo per il momento risultati non troppo entusiasmanti (magari col tempo…). Basti pensare che Android 9 Pie non compare nemmeno nell’ultima distribuzione di Android di ottobre. APEX potrebbe essere il nuovo asso nella manica di Big G ed è stato scovato all’interno del codice AOSP, con tanto di repository dedicato (link).

In base a ciò che si riesce a comprendere per il momento, sembra che il funzionamento di APEX consista nel “modularizzare” una ROM di Android in diversi pacchetti, in modo simile al principio utilizzato da Magisk, che i più avvezzi al modding conosceranno sicuramente. Questi pacchetti verrebbero memorizzati in uno spazio dedicato (/apex/packagename/), dove “packagename” sarebbe sostituito da un identificatore scelto dall’OEM o da Google stessa: in questo modo i vari produttori sarebbero in grado di aggiornare separatamente le parti di loro “interesse”, senza dover andare a toccare o modificare il resto.

Stiamo ancora parlando di ipotesi, ma Google APEX potrebbe veramente essere il prossimo step per provare ad arginare quello che è uno dei maggiori problemi di Android, ossia la frammentazione. Sembra, comunque, che il codice di APEX non sia incluso in Android 9 Pie e che potrebbe arrivare con Android Q. Per maggiori dettagli potete consultare questo link.

Fonte: Reddit

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Skifarterking

    Dovrebbero cercare di fare così per le patch di sicurezza mensili e spingerle sui telefoni dai loro server direttamente, in modo che i vari produttori non debbano fare altro che aggiornare le varie versioni di android.

  • Walter

    E’ inutile, se poi i singoli OEM tardano mesi a rilasciare le componenti proprie. E comunque, se davvero tra un paio d’anni dovesse arrivare Fucsia, ormai tutto questo è tempo perso.

    • c1p8HD

      Ma sbaglio o mai che ti scappi un commento positivo su qualcosa? Possibile che riesci a trovare solo cose negative in ogni cosa? Lo puoi dire a noi, siamo un po’ depressi o Applefan? 😂

      • Walter

        Boh, mi sento realista, in un mondo in cui ti chiedono di prendere positivamente anche quando te lo pongono gentilmente nelle terga, io tendo sicuramente a vedere il bicchiere sempre mezzo vuoto, non ci sono dubbi. Ma Applefan mai, uso il Mac per lavoro, ho a suo tempo avuto un iPhone 4S, ma non tornerei mai indietro, lato device.

        • c1p8HD

          Ma se rileggi il tuo commento sopra non te ne accorgi che è intriso di una negatività che farebbe passare istantaneamente l’entusiasmo anche a babbo natale? Google sta facendo il suo per migliorare costantemente android e siamo già arrivati a un livello eccellente, a confronto di qualche hanno fa siamo proprio su un altro pianeta, non c’è veramente motivo per essere così negativi… non fa neanche bene alla salute :D

          • Francesco Badini

            Secondo me ha ragione Walter. Va bene la positività, ma qui ormai la situazione è tutt’altro che positiva. Si spera che Google Fuchsia (sempre ammesso che si concretizzi come progetto) metta una soluzione definitiva sopra questa ferita che Android si porta avanti da sempre

          • c1p8HD

            Ragazzi ma basta prendere device seguiti decentemente… ora io ho un pixel 2 xl e quindi non ho certo questi problemi ma ce ne sono altri che sono seguiti decentemente. Grazie a project treble per la prima volta ci sono già device con android 9 dopo neanche 2 mesi dall’uscita, Google ci sta provando in tutti i modi a obbligare i produttori ad aggiornare i loro device velocemente e dal prossimo anno tutti devono aggiornare le patch entro massimo 90 giorni pena la perdita della certificazione di Google. Con l’aggiornamento continuo dei Google play services e Play Protect tiene i device comunque sotto controllo… Poi sinceramente non ho mai sentito nessuno con android che ha avuto problemi di sicurezza, ne fra i miei conoscenti ne sui forum. Tutto questo disastro che vedete voi io non lo vedo assolutamente

          • Francesco Badini

            Missà che non osservi abbastanza bene… I dati sulla diffusione Android parlano chiaro, e sono catastrofici

          • c1p8HD

            E quali sarebbero

          • Francesco Badini

            https://www.tuttoandroid.net/news/distribuzione-android-ottobre-2018-620575/
            Come si fa a non cadere nella depressione 😅😂

          • Francesco Badini

            https://www .tuttoandroid. net/news/distribuzione-android-ottobre-2018-620575/

          • c1p8HD

            Qua si parla di patch di sicurezza… Quello è logico che sia così, ci sono una marea di dispositivi vecchi che hanno finito il loro ciclo garantito in giro e quindi finché la gente non li cambia quei valori cambieranno di poco. Comunque android non è iOS dove se non arriva l’aggiornamento di sistema Apple non può sistemare neanche un bug della sua tastiera o del browser, Google sta rendendo android più modulare possibile, prendi un device con android 5 e comunque ti ritrovi tutti le Gapp aggiornate, gli ultimi Google play services e Play Protect

Top