Google ci ha abituati a togliere e aggiungere funzioni all’interno di Android, a volte nelle varie Developer Preview alte colte nel cambio di versione. La prima Developer Preview di Android P, ad esempio, non mostra pi√Ļ il Sintetizzatore di sistema, che al momento del lancio sembrava essere stato definitivamente rimosso.

In realt√† √® possibile accedere, con un paio di trucchetti, alle impostazioni del Sintetizzatore di Sistema. La prima modalit√† richiede l’uso di un comando ADB, che utilizza l’intent per richiamare la modalit√† Demo che per√≤ porta alla schermata del sintetizzatore:

adb shell am start com.android.systemui/com.android.systemui.DemoMode

Se invece utilizzate un launcher come Nova potete creare un widget attivit√†, selezionando System UI Demo Mode tra le voci presenti nell’interfaccia di sistema. √ą comunque possibile che con le prossime Developer Preview di Android P¬†Google decida di riportare alla luce l’interfaccia, o che decida di sostituirla con qualcosa di nuovo. Nella galleria sottostante trovare i vari passi da seguire per ottenere il risultato.

La seconda funzione che sembra creare problemi agli utenti sembra essere lo sblocco OEM, che in alcuni casi non √® possibile se il dispositivo non era gi√† stato sbloccato prima dell’installazione della Developer Preview di Android P. In realt√† basta disattivare qualsiasi forma di sicurezza nella schermata di blocco e sar√† possibile attivare lo sblocco OEM, che vi permetter√† di sbloccare il bootloader.

Dopo aver abilitato lo sblocco potrete tranquillamente riattivare il vostro sistema di protezione senza che questo influisca sull’interruttore dello sblocco OEM.