OnePlus sta distribuendo la OxygenOS 5.1.4 stabile ai top di gamma usciti nel 2017, OnePlus 5 e OnePlus 5T. L’aggiornamento non è tra quelli che verranno ricordati a lungo: ancora una volta manca Project Treble, ma non le migliorie.

Ecco cosa recita il changelog.

  • Sistema
    • Aggiornamento alle patch di sicurezza di Android di luglio 2018
    • Ottimizzazione per gli standby prolungati
  • Fotocamera
    • Migliorata la nitidezza delle foto
  • Messaggi
    • Aggiunti i messaggi di gruppo
  • Galleria
    • Correzione di alcuni bug

È particolarmente interessante la seconda modifica in elenco. La si trova all’interno delle impostazioni avanzate della batteria, e permette al sistema di riconoscere, in base all’utilizzo solito dello smartphone, quando il telefono è chiamato ad affrontare la notte in modo da disattivare le connessioni nell’ottica di ridurre il consumo in standby.

Restrizioni che cadono in automatico appena prima che ci si svegli, permettendo così l’arrivo delle notifiche. Non sarà forse anche questa AI, intelligenza artificiale?

L’aggiornamento è in distribuzione via OTA con roll out incrementale, ragion per cui sarà necessaria qualche ora di attesa o persino qualche giorno prima che raggiunga tutti i OnePlus 5 e 5T.

Nel caso in cui voleste anticipare i tempi, consigliamo di forzare la ricerca di nuovi aggiornamenti sfruttando una VPN o, in alternativa, consigliamo di provare tramite l’app Oxygen Updater scaricabile tramite il badge qui sotto.

Android app sul Google Play