Rootless Pixel Launcher si aggiorna alla versione 3.2: ecco dettagli, screenshot e link

Rootless Pixel Launcher si aggiorna alla versione 3.2: ecco dettagli, screenshot e link
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/10\/google_pixel_2_xl_3_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/10\/google_pixel_2_xl_3_tta-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/10\/google_pixel_2_xl_3_tta-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/10\/google_pixel_2_xl_3_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/10\/google_pixel_2_xl_3_tta.jpg"}, "title": "Rootless Pixel Launcher si aggiorna alla versione 3.2: ecco dettagli, screenshot e link" }

L’esperienza software dei Google Pixel vi ha rubato il cuore ma non (ancora) il portafogli? Beh, Android è bello per questo: le possibilità di personalizzazione sono pressoché infinite, che all’atto pratico si traducono nella possibilità di replicare l’esperienza pura dei Pixel su una moltitudine di smartphone installando giusto qualche APK.

In tal senso ha riscosso notevole successo Rootless Pixel Launcher, ossia un porting del launcher dell’ultimo Googlefonino che non richiede i permessi di root. Ciò lo rende installabile ovunque come se fosse una qualsiasi app (ed in realtà lo è). E se il vostro smartphone ha una custom ROM (a tal scopo LineageOS è perfetta) o un’interfaccia stock (in particolare gli Android One come Xiaomi Mi A1), la Pixel experience è replicata con fedeltà invidiabile.

Oggi parliamo dell’ultimo aggiornamento di Rootless Pixel Launcher che arriva così alla versione 3.2. Lo sviluppatore AmirZ ne ha rilasciato il changelog che è piuttosto corposo, quindi vi rimandiamo al post originale nel caso in cui voleste indagare a fondo su ogni singolo aspetto. Qui ci limiteremo ad analizzare le novità macroscopiche.

AmirZ ha posto particolare accento sulle possibilità di customizzazione, campo in cui finora Rootless Pixel Launcher si era limitato al compitino. La musica cambia grazie ad una nuova personalizzazione delle app visualizzate nella (o nelle) home: con una pressione prolungata sulle icone appare la voce Modifica che apre a due scelte.

La prima riguarda l’icona dell’app in questione, se deve essere prelevata dall’icon pack selezionato in quel momento o da quello stock di Google. La seconda riguarda invece la presenza di quell’app all’interno del drawer: se selezionata, l’icona apparirà sulla sola schermata home e da nessun’altra parte. Una funzione che farà le gioie dei maniaci dell’ordine.

Sempre riguardo le icone, per quanto possibile lo sviluppatore ha cercato di portare le scorciatoie di Android Oreo sugli smartphone con le versioni antecedenti del robottino verde. A questo indirizzo troverete tutti i dettagli sulle funzioni minori, sui bug fixati e sulle ottimizzazioni introdotte, oltre alle utilissime FAQ.

Se volete un assaggio più o meno prolungato dell’esperienza Pixel, basterà scaricare l’APK da questo link e installarlo. Condividete nei commenti le vostre impressioni d’uso.

Vai a: Cinque app per cambiare volto al vostro smartphone con la personalizzazione (video)

Fonte: Reddit