Google Traduttore è pronto a vivere una mini rivoluzione, arricchendosi di nuove capacità. Sarà senz’altro gradita da coloro che viaggiano frequentemente la possibilità di inquadrare il testo con la fotocamera senza specificare di quale lingua si tratti: la traduzione istantanea dunque può rilevare automaticamente la lingua d’origine, in modo analogo a quanto avviene da tempo per il testo.

In più adesso Inquadra il testo per tradurre supporta oltre 60 lingue in più tra cui arabo, hindi, malese, tailandese e vietnamita. Inoltre Google ha dichiarato di aver ridotto lo sfarfallio delle immagini catturate dalla fotocamera, rendendo così il testo “più stabile e immediato da capire”, e di aver riorganizzato la schermata sistemando in basso le funzionalità più importanti come nella GIF.

Migliorata anche l’accuratezza del prodotto finale: grazie alla tecnologia NMT (Neural Machine Translation), la traduzione da alcune lingue avrà tra il 55 e l’85% di imprecisioni in meno. Il rollout del “nuovo” Google Traduttore è già partito, ma come al solito servirà qualche giorno affinché le novità arrivino a tutti.