Per anni gli utenti di Google Maps hanno sperato che Big G prendesse in prestito la funzionalità di segnalazione degli incidenti da Waze.

A Gennaio Google Maps ha testato le segnalazioni di incidenti e autovelox alla Waze e ora il team di Google Maps ha aggiunto un nuovo tipo di segnalazione che riguarda i rallentamenti del traffico, in aggiunta a incidenti e autovelox.

Quando si verifica qualche rallentamento in una strada, Google Maps deve raccogliere alcuni dati e impiega un po’ di tempo per modificare le condizioni del traffico, da verde ad arancione, poi rosso e infine bordò.

Nel mentre, se state guidando inaspettatamente in quella direzione, Google Maps non suggerirebbe un nuovo percorso perché non è ancora al corrente di cosa è successo. 

Le segnalazioni risolverebbero quindi questo problema se un numero sufficiente di utenti si blocca nel traffico segnalando la presenza di una congestione, consentendovi di trovare un’altro percorso per tempo.

Per gli utenti con i dispositivi impostati sulla lingua inglese del Regno Unito, l’icona di rallentamento è denominata “Congestione”, mentre per gli utenti in India l’opzione per segnalare gli autovelox non è presente, pertanto vengono visualizzate solo due tipi di segnalazioni.

Ricordiamo che le segnalazioni per gli incidenti non si sono ancora disponibili per tutti gli utenti e nemmeno in tutti i paesi, ma potete continuare a controllare se ci sono aggiornamenti di Google Maps attraverso il badge sottostante.

Android app sul Google Play