L’ultima versione del client di Google Home introduce il supporto per modificare il colore delle luci intelligenti direttamente dall’app e prepara anche il supporto per Smart Clocks.

L’app Google Home permette di accendere o spegnere l’illuminazione e regolarne l’intensità, tuttavia la regolazione del colore era precedentemente limitata agli Smart Display o ai comandi vocali. La versione 2.9 consente finalmente agli utenti di cambiare il colore delle luci dall’app tramite la nuova opzione “Colore”.

Google Home 2.9 supporta il fattore di forma “Google Assistant Smart Clock” annunciato al CES 2019. Il primo dispositivo arriverà da Lenovo questa primavera con un display da 4 pollici e sarà destinato al comodino della camera da letto. Il dispositivo è privo di una fotocamera frontale per le videochiamate, ma include una porta USB per ricaricare lo smartphone e costerà 79 dollari.

L’app Google Home funge da telecomando per tutti i dispositivi intelligenti connessi, in particolare la riproduzione dei contenuti. Un controllo imminente potrebbe consentire agli utenti di mettere in pausa, riprendere o interrompere tutti i contenuti multimediali attualmente in riproduzione in casa e potrebbe apparire nella riga superiore dei controlli.

Altre modifiche riguardano il canale di notifica di Google Home sui dispositivi Android 8.0 Oreo e versioni successive intitolato “Altre notifiche” e la possibilità di invitare un membro tramite un suggerimento nella parte superiore dell’interfaccia.

Google Home 2.9 è in roll out tramite il Play Store e potete individuarla attraverso il badge sottostante.

Android app sul Google Play