Piccola novità all’orizzonte per coloro, parecchi, che utilizzano quotidianamente Gboard: la tastiera di Google sta cambiando il modo di proporre i termini suggeriti. La modifica è già operativa nella versione beta dell’app, la 8.2.8.246590534, mentre servirà del tempo per vederla nella versione stabile.

Fino a “ieri”, anche sulla versione beta, le parole suggerite durante la digitazione venivano poste in grassetto per indicare la possibilità di inserirle immediatamente con un tap sulla barra spaziatrice. Da “oggi” invece, come mostra lo screenshot, vengono inserite in un riquadro arrotondato riempito a contrasto. La novità sposterà poco a coloro che utilizzano Gboard da parecchio tempo, mentre chi la utilizzerà per la prima volta potrà beneficiare di un suggerimento più evidente che in passato.

La mossa può essere vista da un’altra prospettiva che tira in ballo i rivali di Apple: la tastiera di iOS agisce in questo modo fin dall’esordio, per cui gli utenti che dovessero passare da un iPhone ad uno smartphone Android potrebbero essere meno disorientati da un’app come la tastiera che si utilizza di continuo e adesso ha un look più uniforme tra i due mondi.

Tramite il badge in basso potete scaricare la versione stabile di Gboard dal Google Play Store sulla quale la novità non è ancora attuale, mentre da questo link potete scaricare la versione beta.

Android app sul Google Play