Arriva il filtro anti spam per l’app Messaggi di Google

Arriva il filtro anti spam per l’app Messaggi di Google
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_90_tta-460x259.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_90_tta-635x357.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_90_tta.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_90_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_90_tta.jpg"}, "title": "Arriva il filtro anti spam per l’app Messaggi di Google" }

Lo spam, ovvero i fastidiosi messaggi pubblicitari non richiesti, è un problema che, giorno dopo giorno, continua a infastidire quasi tutti gli utenti che si interfacciano con il mondo di internet e della telefonia. Essi arrivano via e-mail, telefono e SMS. Il primo canale, grazie a client come Gmail, ha un filtro spam molto potente; anche le telefonate di questo tipo, come sottolineato in un altro articolo, sono state in parte combattute. Dopo mesi di lavoro, Google ha iniziato a distribuire anche un filtro per l’applicazione Messaggi, applicazione disponibile nel Google Play Store.

La novità non è ancora disponibile per tutti gli utenti: per verificare se anche voi facciate parte dei consumatori selezionati, dovrete aggiornare l’app e, successivamente al primo accesso, verificare se è presente questo avviso:

Una sezione del sito web di Google dedicato all’assistenza, raggiungibile cliccando qui, ci rivela il funzionamento del progetto: alcune informazioni dei messaggi ricevuti, come il numero telefonico del mittente ed eventuali numeri presenti nel testo, vengono inviati automaticamente a Google che, dopo averli paragonati ai dati raccolti dagli altri utenti, verifica se si tratta di spam. Il vostro numero telefonico e il resto del messaggio, ci tiene a sottolineare Google, non verranno condivisi con nessuno, neanche con la stessa azienda di Silicon Valley. Se invece l’utente dovesse decidere di segnalare un messaggio, Google potrà leggere l’intero messaggio e scoprire il numero di telefono del mittente.

Disattivare lo strumento

In un periodo, dal punto di vista della privacy, delicato come quello in cui viviamo, una funzione così tanto “invadente” deve necessariamente essere disattivabile. Google, infatti, ha deciso di offrire ai consumatori la possibilità di non usufruire del servizio. Per farlo, dovrete cliccare i tre punti, pigiare su “Avanzate” e accedere alla sezione “Protezione spam” (come è visibile nelle immagini seguenti).

Durante le prossime settimane, questa novità dovrebbe essere condivisa con un po’ tutti gli utenti. E voi, cosa ne pensate? Utilizzerete questo filtro?

Fonte: Androidpolice
Condividimi!