Xiaomi: stop alle vendite in India per violazione di un brevetto

xiaomi

Il produttore cinese Xiaomi si è detto pronto ad instaurare una trattativa con Ericsson per mettere fine alle controversie esistenti tra le due aziende in materia di brevetti.

Ancora una volta ci troviamo a parlare di questo particolare argomento che sempre più spesso finisce sotto i riflettori nel mondo di smartphone e tablet.

A convincere la dirigenza di Xiaomi a tentare una tregua con Ericsson è stata la decisione dell’Alta Corte indiana di bloccare la vendita nel Paese di alcuni degli smartphone dell’azienda cinese, accusata della violazione di un brevetto.

Xiaomi, che ancora non avrebbe ricevuto il provvedimento in questione in via ufficiale, vende in India il Mi3, il Redmi ed il Redmi Note ma non è chiaro quale di questi dispositivi sia il protagonista di tale presunta violazione.

Ricordiamo che Xiaomi progetta di vendere oltre 60 milioni di smartphone nel 2014 e di espandere i propri canali distributivi già nei prossimi mesi. Questa decisione potrà avere effetti negativi sulle mire espansionistiche del produttore cinese?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top