Ubuntu Edge, fine della raccolta fondi: Canonical non ce la fa (aggiornato)

ubuntuedge_large_verge_medium_landscape

Non ce l’ha fatta, Canonical, a raggiungere l’obiettivo di raccogliere 32 milioni di dollari in 30 giorni per la realizzazione di Ubuntu Edge. Nonostante siano stati introdotti nuovi tagli di prezzo ed inizialmente il progetto abbia riscosso un buon successo, Canonical deve tristemente apprendere di non essere riuscita a gestire al meglio la raccolta fondi in quanto sembrava fin dal principio improbabile riuscire a raccogliere 32 milioni di dollari in soli 30 giorni, con una media superiore al milione di dollari al giorno.

Il progetto Ubuntu Edge, quindi, rischia seriamente di non partire nonostante siano davvero tanti coloro che desidererebbero vederlo realizzato. Ora c’è da capire bene cosa Canonical deciderà a tal riguardo e se si dimostrerà decisa a proseguire ugualmente lo sviluppo intrapreso di Ubuntu Edge.

Il dispositivo “unico” che quindi Canonical ha in mente di realizzare è in seria minaccia, ma ovviamente non si conoscono eventuali donatori/investitori che potrebbero giocare un ruolo di primo piano assoluto in questa vicenda. L’auspicio è che quindi Canonical riesca comunque a realizzare un prototipo funzionante del suo Ubuntu Edge e che riesca a mostrarlo il prima possibile al mondo. Solo in questo modo potrebbe quindi risollevare le sorti del suo progetto.

Ovviamente, attendiamo che Canonical si esprima ufficialmente a riguardo ed informi tutti sulle sue volontà.

AGGIORNAMENTO: Mark Shuttleworth, sul sito ufficiale Indiegogo dove si è svolta la raccolta fondi, ha voluto ringraziare tutti i circa 20.000 donatori che hanno permesso di raggiungere il record di 12.809.906 dollari, ringraziando Bloomberg LD per una donazione di 80.000 dollari ed altri contribuenti minori per donazioni di 7.000 dollari. Nonostante la campagna non si sia conclusa nel migliore dei modi, c’è stato comunque un vincitore, cioè Ubuntu. Nel 2014 vedremo alcuni smartphone Ubuntu quindi non c’è da temere in quanto lo sviluppo del sistema proseguirà ancora. Ovviamente, entro 5 giorni a partire da oggi, Canonical restituirà tramite PayPal tutti i fondi accumulati nella raccolta.

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Meizu Pro 5 Ubuntu Edition sarebbe in lavorazione - Tutto Android()

  • Pingback: Jolla lancia una raccolta fondi per il suo primo tablet con Sailfish OS - Tutto Android()

  • Marco Scardovi

    Mi dispiace la raccolta fondi non sia riuscita ma raccogliere 32 milioni di $ in un mese era impossibile per chiunque, anche se son piacevolmente sorpreso di vedere che Canonical ha così tanti sostenitori che credono in questo progetto. Sono comunque felice che Ubuntu continui la sua avventura (personalmente sono impaziente di averne una versione stabile sul mio GNex) e non vedo l’ora di vedere come si evolverà Canonical in tal senso

  • silvano

    Peccato…dopo averlo brevemente installato sul mio N4 avevo l`acquolina in bocca per questo nuovo dispositivo…

    • BoORDeL

      Dai era piuttosto scontato che non sarebbero stati in grado di raggiungere in un tempo così esiguo e nel periodo di ferie per le aziende un cifra così ragguardevole.
      Io ci ho visto più una trovata commerciale che altro.

      • qandrav

        hai ragione, dai un mese è troppo poco!

Top