Sony Xperia Z Ultra: le prime impressioni di TuttoAndroid

sony-xperia-z-ultra

Nella giornata di ieri ho avuto l’occasione grazie a Sony di vedere più da vicino il Sony Xperia Z Ultra, il primo dispositivo della casa nipponica che va a ricoprire la fascia di mercato dei Phablet.

Purtroppo non ho potuto realizzare molto materiale multimediale perché i dispositivi presenti all’evento erano solo dei sample, tuttavia sono riuscito a farmi delle prime impressioni e ho raccolto un po’ di informazioni che penso possano interessarvi.

Sony Xperia Z Ultra per iniziare ha caratteristiche hardware da vero top di gamma: un processore Qualcomm Snapdragon 800 (l’ultimo) con frequenza di clock a 2.2Ghz, RAM pari a 2GB, memoria interna da 16GB espandibile con MicroSD, fotocamera sul retro da 8 megapixel Exmor RS mentre il display ha una diagonale da 6.4 pollici con risoluzione Full-HD ed è dotato delle ultime tecnologie Triluminos e X-Reality (presenti nelle ultime TV Sony presentate circa 6 mesi addietro).

La specifica più rilevante è ovviamente il display, componente su cui Sony ha voluto puntare il tutto per tutto:

  • Tecnologia Triluminos, che offre al dispositivo una palette di colori decisamente ampia per una maggiore nitidezza e contrasto;
  • Tecnologia X-Reality, che va a correggere i rumori di immagine sia di foto che video in modo da riprodurli ad una qualità superiore;
  • Super sensibilità, utilizzabile non solo con le dita ed i pennini capacitivi bensì anche con matite e penne;
  • Angolo di visuale ampio per una perfetta visibilità del display da qualsiasi angolazione;

xperia-z-z-ultra

Al riguardo molti di voi però si chiederanno: perché così ampio? La risposta è da ricercare in realtà in “noi stessi”; secondo infatti alcune ricerche di mercato condotte da Sony, la maggior parte dei clienti che utilizzano uno smartphone con un display superiore o uguale ai 5 pollici si ritengono soddisfatti e si sono dimostrati propensi a comprare un dispositivo di dimensioni ancora maggiori per il prossimo acquisto.
Da qui ne deriva la dimensione “importante” di Sony Xperia Z Ultra che mira a conquistare proprio questi secondi acquisti.

Passiamo però ora alle mie prime impressioni.
Sony Xperia Z Ultra, ovviamente, ad un primo impatto fa molto effetto; le dimensioni non proprio contenute si notano soprattutto a causa del design squadrato che caratterizza la linea Zeta di Sony. Dimensioni però che aumentano solo in altezza e larghezza, perché lo spessore è ben più ridotto rispetto a Sony Xperia Z ed è pari a 6.5mm. Anche il peso di 212 grammi è ben distribuito e rende il phablet maneggevole.

In tasca? Ho provato con i jeans che avevo, un paio corti con tasche profonde, e con un certo stupore ho constatato che le dimensioni erano giuste. Al contempo, però, se avessi avuto un paio di jeans lunghi non ci sarebbe mai stato e l’unica tasca comoda, e secondo me adatta, è quella interna di una giacca o, più semplicemente, in una borsa.
Per non dover tirare poi fuori il phablet ogni volta Sony ha pensato ad una coppia di accessori davvero unica: un auricolare Bluetooth con pulsantiera da appendere al taschino della giacca e la nuova versione dello SmartWatch.

Al tatto è come avere mezzo Tablet Z in mano: sottile, elegante, ergonomico, con materiali pregiati e per di più resistenti ad acqua e urti. Proprio così: l’Xperia Z Ultra è dotato della certificazione IP58 per una portabilità a 360° e un’utilizzo in qualsiasi condizione ambientale.

Il display è molto luminoso e ha un’ottima profondità d’immagine, i colori sono impeccabili così come il contrasto e la sensibilità. Ho provato infatti personalmente a prendere note con una matita vera e funzionava perfettamente. Una gran cosa che al lancio dovrebbe funzionare anche da “copia carbone”.

La fotocamera come ho già detto è da 8 megapixel ed è praticamente la stessa montata su Sony Xperia Z, anche come qualità, e purtroppo è mancante di flash led. Di seguito vi riporto un paio di scatti di prova ed una breve registrazione video:

Schermata 2013-07-05 alle 11.35.57

Non manca la modalità Stamina per ridurre al minimo gli sprechi della batteria (che comunque è di 3000 mAh) così come l’interfaccia personalizzata di Sony.

Sony Xperia Z Ultra sarà disponibile in Italia a partire dalla seconda settimana di settembre ad un prezzo di 699 euro. Spero presto di poterlo testare per riportarvi informazioni più complete e pareri più approfonditi. Nel frattempo trovate la scheda tecnica completa sul nostro sito a questa pagina: Scheda Tecnica Sony Xperia Z Ultra.

Stay Tuned!

[nggallery id=253]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Sony Xperia Z Ultra: scrivere e leggere non è mai stato così facile con Android – Tutto Android()

  • Marco Ferazzani

    fico il fatto di poter usare qualsiasi strumento di input! Una domanda però: c’è qualche tipo di riconoscimento della pressione o cose del genere?

  • lol

    Io non capisco l’assenza del flash, mi sembra assurdo…

    • alex

      probabilmente visto il target a cui è proposto ovvero utenti business il flash a loro non serve

    • davvero assurdo!
      piú che per l’uso in modalitá flash per l’uso in modalitá torcia.
      ma ci fanno o ci sono???
      lo rendi antiproof, waterproof, dustproof e sticazzproof, di modo da averlo sempre con te persino al campeggio.. e poi non mi metti una lucina che é una delle utilitá piú efficienti???
      bravi. c’é il rischio che mi piglio il note 3 proprio per sta cagata.
      complimenti !!

  • ezio gallo

    bello l’orologio..

  • iFonz

    Peccato che non migliorino anche il display dell’Xperia Z, unico vero neo di un altrimenti splendido terminale.

    • Andy

      adesso uscira’ il successore al z,l’honami…che aspetto con impazienza… anche se per adesso il z per me basta e avanza…

Top