Pebble si aggiorna ed introduce il supporto per tutti i tipi di notifica

pebble

L’aggiornamento che tutti gli utenti Pebble attendevano è finalmente arrivato. Il team che si occupa dello sviluppo dello smartwatch ha iniziato il roll-out della companion app per Android in versione 2.1, che introduce il supporto per le notifiche provenienti da qualsiasi applicazione presente sullo smartphone.

Tramite un apposito menu l’utente ha ora la possibilità di selezionare tutte le app installate sullo smartphone (e di ricevere dunque qualsiasi tipo di notifica), oppure di selezionare solo alcuni programmi. L’aggiornamento ha raggiunto finora il 10% degli utenti e, almeno per il momento, è riservato unicamente ai possessori di un dispositivo Android 4.3 o superiore. Il supporto per Android 4.2 e versioni inferiori arriverà forse in seguito.

pebb

Contemporaneamente il team Pebble ha rilasciato un nuovo aggiornamento firmware alla versione 2.8 che introduce nuovi linguaggi e nuovi caratteri speciali (immagine di copertina). Avere già ricevuto queste novità?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Giampiero Aceto

    Cosa giá esistente su altri smartwatch (Sony) da sempre.

    • Pintagrinta

      e quindi? il titolo parla chiaro: si parla di pebble.

      • Giampiero Aceto

        Significa che se non faceva neanche una cosa cosí basilare,
        la domanda sorge spontanea:
        cosa lo rende cosí appetibile?

        • Davy_Campo

          Il prezzo, la batteria, il poterlo immergere fino a 50m sott’acqua più resistenza alla polvere!! Senza contare che le notifiche essenziali (messaggi, chiamate, email ecc) le notificava da sempre, ora ha la possibilità di notificare qualsiasi app che hai nello smartphone, tipo dropbox, calcolatrice, google now e cose cosi..

          • Giampiero Aceto

            Cose che fanno anche altri.
            A parte immergerlo nell’acqua, il resto lo fa peggio di altri. Il prezzo non é stato mai cosí appetibile e la differenza con un altro é di 4gg contro 6gg. Considerando che non ha ne colore ne touchscreen…
            poi ciascuno sceglie ció che vuole.

          • Davy_Campo

            La differenza di batteria è notevole, visto che sempre attaccato al BT e lasciato acceso giorno e notte, mi dura 6 giorni pieni.. poi dipende cosa uno cerca e quanto vuole spendere, la vecchia versione costava meno di 100 euro e li vale ancora tutti, colori o non colori, touch o non touch

          • Giovanni Laquidara

            La batteria non ha rivali, gli altri durano un giorno, il pebble 6. Già questo basterebbe

          • Giampiero Aceto

            Il mio sony ne dura 4 di giorni ed il casio 3 anni.

          • Gianluca

            Non diciamo cazzate, tutto il rispetto per il pebble, possiedo sia il classico che lo steel, ma nessuno dei due, se lasciato sempre acceso, difficilmente fanno più di tre giorni e questo lo sanno tutti i possessori. Con il mio vecchio gear riesco a fare 5 giorni tenuto con le stesse condizioni del pebble, ma se non volete problemi di autonomia e avere le stesse cose che fa il pebble, consiglio il weloop tommy, a detta riesce a fare più di due settimanesettimane.

          • Giampiero Aceto

            Il mio casio dura 3 anni con la batteria, ma non é questo il problema, piuttosto la poca obbiettivitá che noto quando si parla di pebble.

            Se si parla di gusti, va bene tutto, dato che é una scelta personale, ma non quando si elencano i punti a favore o contro.

            Quando ho dovuto fare la scelta ho avuto la fortuna di provarli ambedue (qui in Spagna ti danno 2 settimane di prova alla fine delle quali puoi restituire il dispositivo).
            A vedere recensioni e giudizi il pebble sembra perfetto ed invece non lo é. i 2gg di differenza di carica si pagano molto cari sulla reale usabilitá. Prova ad usare: il controllo dell’mp3, il controllo remoto della camera o la semplice calcolatrice.

            ribadisco che rispetto la scelta di ciascuno, ma non la poca obbiettivitá, dato che all’epoca mi avrebbe fatto scegliere la cosa per me sbagliata.

          • Davy_Campo

            Perchè quelli elencati non sono a favore? quando l’ho preso, in commercio gli smartwatch non si sapeva neanche cosa fossero, c’era mi pare il primo Sony, ma sicuramente il Pebble gli pisciava in testa.. sicuramente ora come ora, il mercato è più ampio e l’offerta idem, con conseguenti innovazioni.. ma per quello che mi è costato e il continuo supporto di Pebble sugli aggiornamenti ecc.. non mi fa pentire dell’acquisto. Il controllo mp3 mai dato problemi, il controllo remoto camera.. seriamente, serve a qualcosa? calcolatrice non mi interessa.. poi li dipende da uno che vuole farci con sto dado da polso, ma dal punto di vista quale è, lo smartwatch (vedere le notifiche è la sua prima funzione) funziona bene e fa il suo lavoro. Contento per te che hai fatto la scelta opposta, ma non mi parlare di obiettività per cortesia.

          • Os War, Phone war e ora watch war. Trovo tutto molto divertente. XD
            A me piace perché ha una batteria che dura una settimana, ha uno schermo in e-ink che lo rende visibile in qualsiasi condizione di luce senza fare mai riflessi e mi permette di tenere il cellulare completamente silenzioso a lavoro e vedere lo stesso notifiche e telefonate. Bonus, ci posso comandare il riproduttore multimediale e il prezzo è più alla mia portata.
            Non ti piace o secondo te fa troppo poco?
            E’ più che comprensibile, per questo ci sono altri ottimi prodotti per chi ha esigenze diverse.
            Però un appunto, siamo divisi su tante cose, teniamo i toni pacati e non innervosiamoci per queste cavolate. :D

            P.S. Il touchscreen su uno schermo di un pollice e mezzo è poco più che usabile, per questo ci mettono i pulsanti sugli smartwatch :)

          • Giampiero Aceto

            Il problema non é fare il tifo per un dispositivo (lo trovo ridicolo), ma essere obbiettivi.
            Il mio sony é superato e non ho problemi a dirlo, ma fa tutto quello che hai elencato del pebble e molto altro.

            Davvero pensi questo?

            “Il touchscreen su uno schermo di un pollice e mezzo è poco più che usabile, per questo ci mettono i pulsanti sugli smartwatch :)”

            Perché tutti i produttori , compreso google e apple, li costruiscono proprio cosí con i touchscreen e non con i tasti, anche quelli del prossimo futuro.

            A me basta arrivare abbondantemente a fine giornata con uno smartwatch, ma deve essere smart sul serio, altrimenti mi tengo il mio seiko kinect che non ha bisogno di batteria.

          • Hehehe, sì, ti ho detto le mie esigenze, che come hai visto non sono chissà cosa, quindi per me il pebble va bene. Fai bene a avere altri gusti e fare altre scelte :D
            E sì, sono ancora convinto che un touchscreen da un pollice e mezzo ha poco senso, ma forse ho le dita troppo ciccione io ;)

        • Pintagrinta

          quoto Davy e aggiungo che fin da subito esiste un’app di terze parti “pebble notifications” che gira tutte le notifiche e ti permette pure di rispondere con messaggi predefiniti con l’ultimo update..

Top