Samsung vs Apple: design dell’iPhone “copiato da Sony”

Sony-style-first-iphone-concept

Il design dell’iPhone è davvero così unico e frutto esclusivamente del lavoro dei designer Apple? Sembra di no. Secondo quanto è possibile leggere dalle carte del processo che vede contrapposte Samsung ed Apple, la società di Steve Jobs non avrebbe mai raggiunto il design attuale senza un piccolo “aiuto” esterno.

Questo aiuto viene da un’intervista rilasciata a Bloomberg da Yujin Morisawa, uno dei principali designer di Sony. Morisawa presentò un concept di dispositivo con un grande schermo, angoli arrotondati, pochissimi tasti fisici e design “a mattonella” – non vi ricorda niente? Il designer affermò di essersi ispirato molto ai Walkman degli anni ’70.

How much did the iPod influence your design? 
Morisawa: When I started this project, that was my concern. I looked at the first Walkman [which debuted in 1979]. Then I thought, “How can I give shape to the music?” Music doesn’t have shape; it’s flowing. I was listening to music and waving my hand in the air. I thought there shouldn’t be an end to its lines. So I started drawing a round shape, and I kept moving the line. 
My team had shown me their sketch: It was a square with a screen and buttons. Most other players have a screen and buttons. My first mock-up didn’t have buttons. I didn’t want buttons. With any digital-music player, the hard disk drive and chips are similar. I thought, “How can we make the layout different?” I knew what would go inside, so I could start the design from the outside. I knew how big the hard disk drive would be, how many chips there would be. 

What challenges did you face in making sure the final product would look like your sketch? 
Morisawa: It’s really tough to make something round. You can’t really measure where the components are inside [the device] when using the CAD [computer-aided design] system. I didn’t want the engineers to change the shape or the size. I didn’t want something larger than this; it fits in your hand.
I thought it had to be smooth on the back. The engineers wanted to make the back side flat. But I didn’t want the flatness to bother you when you’re listening to the music. I made two physical mock-ups for engineers so they could feel the difference. That’s how I convinced them to keep working on this. Afterward, the engineers joked that they didn’t want to work with me twice in a row.

Quanto l’iPod ha influenzato il vostro design?
Morisawa: Quando ho cominciato questo progetto, questa era la mia preoccupazione. Ho guardato il primo Walkman [che è stato lanciato nel 1979]. Allora ho pensato, “come posso dare una forma alla musica?”. La musica non ha una forma; scorre. Stavo ascoltando la musica e agitando la mano per aria. Ho pensato che non ci sarebbe dovuta essere fine alle curve. Quindi ho cominciato a disegnare una forma rotonda, e ho continuato a muovere la linea.
[I designer del] mio team mi aveva mostrato i loro schizzi: era un rettangolo con uno schermo e dei tasti. La maggior parte degli altri lettori aveva uno schermo e dei tasti. Il mio primo mock-up non aveva tasti. Non volevo tasti. In qualunque lettore di musica digitale, l’hard disk e i chip sono simili. Ho pensato, “come possiamo rendere l’aspetto differente?”. Sapevo che cosa ci sarebbe stato all’interno, quindi potevo cominciare il design dall’esterno. Sapevo quanto grande sarebbe stato l’hard disk, quanti chip ci sarebbero stati.

Quali sfide avete affrontato per far sì che il prodotto finale assomigliasse allo schizzo?
Morisawa: è davvero difficile fare qualcosa di rotondo. Non puoi misurare dove stanno i componenti all’interno usando un sistema CAD. Non volevo che gli ingegneri cambiassero la forma o le dimensioni. Non volevo qualcosa più grande di questo; sta perfettamente nella mano.
Ho pensato che dovesse essere liscio sul retro. Gli ingegneri volevano fare il retro piatto. Ma non volevo che la piattezza disturbasse quando uno ascolta la musica. Ho fatto due mock-up fisici per gli ingegneri così che potessero sentire la differenza. Ecco come li ho convinti a continuare a lavorare su questo. Dopo, gli ingegneri scherzavano sul fatto che non avevano voluto lavorare con me due volte in fila.

Secondo Samsung, questa intervista è stata fondamentale per il raggiungimento del design finale dell’iPhone. Il vicepresidente di Apple Tony Fadell mostrò l’intervista ed il concept a Steve Jobs e a Jonathan Ive, e questo concept diventò la base del design dell’iPhone.

Basta vedere la seguente immagine per rendersi conto di quanto questo concept e l’iPhone si assomigliano. L’immagine è una copia fedele del concept di Sony riprodotta da Apple e costituisce il primo schizzo della forma dell’iPhone.

Nelle parole di Samsung, dalla deposizione:

Right after this article was circulated internally, Apple industrial designer Shin Nishibori was directed to prepare a “Sony-like” design for an Apple phone and then had CAD drawings and a three-dimensional model prepared. Eliminating any doubt about the origin of the design‘s inspiration, Apple‘s internal CAD drawings had the “Sony” name prominently emblazoned on the phone design, as the below images from Apple‘s internal documents show… 
Soon afterward, on March 8, 2006, Apple designer Richard Howarth reported that, in contrast to another internal design that was then under consideration, Mr. Nishibori‘s “Sony-style” design enabled “a much smaller-looking product with a much nicer shape to have next to your ear and in your pocket” and had greater “size and shape/comfort benefits.” As Mr. Nishibori has confirmed in deposition testimony, this “Sony-style” design he prepared changed the course of the project that yielded the final iPhone design

Subito dopo che questo articolo fu fatto circolare internamente, il designer industriale di Apple Shin Nishibori fu incaricato di preparare un design “Sony-like” per un telefono Apple e quindi furono preparati dei disegni in CAD e un modello tridimensionale. Eliminando ogni dubbio sull’origine dell’ispirazione del design, i disegni CAD interni di Apple riportano il nome “SONY” ben in vista stampato sul design del telefono, come mostrano le immagini dai documenti interni di Apple…
Poco dopo, l’8 Marzo 2006, il designer di Apple Richard Howarth affermò che, contrariamente ad un altro design interno che era in considerazione, il design “Sony-style” di Nishibori permetteva di avere “un prodotto che sembrava molto più piccolo con una forma molto più comoda da avere vicino all’orecchio e in tasca” e aveva maggiori “benefit per le dimensioni, la forma e il comfort”. Come ha confermato Nishibori nella sua testimonianza, questo design “Sony-style” che preparò cambiò il corso del progetto che portò al design finale dell’iPhone.

La somiglianza è evidente, soprattutto se confrontato con l’iPhone 4. Voi cosa ne pensate? Può Apple aver davvero copiato Sony? Fatecelo sapere nei commenti.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • kurtz77

    Questa è una non-notizia in effetti. Jobs non ha mai nascosto la sua ammirazione per il design di Sony, come si legge anche nella sua biografia ufficiale. Sulla stessa biografia si legge, però, che Apple in diverse occasioni propose le sue idee al colosso nipponico per collaborare insieme ricevendo picche. Rifiuti che, il più delle volte, si sono tramutati in successi fenomenali per Cupertino che ha aperto nuovi mercati imponendo soluzioni integrate come iPod, per esempio. Se non ricordo male inviarono anche degli ingegneri in Giappone per discutere la possibilità di realizzare un telefono insieme, proprio perché Jobs riponeva massima stima in Sony.
    Non mi pare che Samsung possa fornire altrettante informazioni sulla genesi dei suoi prodotti di successo, anche alla luce del fatto che documentazione pertinente è stata “inavvertitamente” cancellata da un sistema automatizzato.
    Resta un fatto che, quando Nokia dominava il mercato, i telefoni coreani assomigliavano a quelli finlandesi, mio padre ne possiede uno a conchiglia che è pressochè identico al precedente Nokia, e adesso che il design multitouch tira, assomiglia ai prodotti di Cupertino.
    Non posso dire invece che esista un prodotto di Sony che abbia poi adottato il design del mockup.
    Il punto è questo, un colosso come Samsung potrà permettersi di “scommette l’azienda”, per dirla alla Jobs, e trovare una propria soluzione originale, oppure preferiranno accontentarsi di andare a traino del mercato e far profitti finchè dura (subendo denunce da chi, a torto o ragione, si senta danneggiato) per poi spostare l’attenzione sulla “prossima grande cosa” di qualcun’altro?

  • tesla

    “Voi cosa ne pensate?”
    Che vorrei prima vedere il design originale Sony, non il mockup Apple con la scritta Sony.
    Anche perché dall’intervista di Morisawa i suoi designer potevano avevano aver pensato a una cosa simile all’iPod, uscito nel 2001 (e di cui, ricordiamo, l’iPhone sembra la sua diretta evoluzione, solo con uno schermo più grande e un tasto più piccolo).
    Interessante poi notare come l’NW-A1200 (uscito nel 2006) avesse un design completamente diverso, cioè quello pensato da Morisawa.

    Insomma, sembrerebbero proprio le solite facezie a la Samsung.

    Penso sarebbe stato più interessante sapere quali fossero invece le prove che Samsung ha distrutto e per le quali è già stata sanzionata, ma mi sa che ormai sono perse nel vento. Su Tuttoandroid però non ho visto la notizia. Me la sono persa o avete intenzione di pubblicarla più avanti?

    • Riccardo Robecchi

      Non l’hai vista perchè non l’abbiamo vista nemmeno noi sulle nostre fonti.

      • tesla

        Mi ha mangiato il post, forse perché ho messo il link. Cerca su Fosspatents, data 25 luglio.

        • Riccardo Robecchi

          Di Mueller mi fido come di un serpente corallo nel letto.
          A parte questo, sicuramente Samsung ha sbagliato e deve pagare per questo.

Top